Home Decoder Università degli Studi di Bergamo, una porta verso il mondo

Università degli Studi di Bergamo, una porta verso il mondo

A Decoder (mercoledì 26 luglio 2017) ci siamo occupati delle principali novità dell’Università degli Studi di Bergamo.
In studio sono intervenuti il Rettore Remo Morzenti Pellegrini e i Prorettori Matteo Kalchschmidt (Prorettore delegato per internazionalizzazione e relazioni internazionali) e Marco Lazzari (Prorettore delegato alle attività di orientamento in entrata e in uscita, tutorato e politiche di raccordo con il mondo del lavoro).

Il 10 luglio si sono aperte le immatricolazioni. «Questo è per noi un periodo convulso – spiega il Rettore Remo Morzenti Pellegrini – ogni anno nel mese di luglio si consolidano le relazioni, con il territorio e anche fuori, relazioni finalizzate alle immatricolazioni. Quest’anno abbiamo presentato una nuova offerta formativa con nuovi corsi: la nuova laurea magistrale in lingua inglese in Turismo, l’annunciata collaborazione per la nuova laurea in Medicina in lingua inglese (con Milano Bicocca, l’Azienda Ospedaliera Papa Giovanni XXIII e l’Università inglese del Surrey), mentre nell’area della salute prenderà il via la nuova laurea in Scienze Infermieristiche in partnership con Umanitas University. Inoltre è stata riqualificata l’offerta formativa già esistenze. Per quanto riguarda giurisprudenza in particolare abbiamo rivisto l’impianto del corso in Operatore Giuridico d’Impresa, abbiamo fatto lo stesso con Ingegneria Edile (sia triennale, sia magistrale). Ogni anno ci sono dunque novità. Il nostro obiettivo è quello di mantenere adeguata l’offerta formativa alimentando inoltre l’approccio internazionale».

LASCIA LA TUA OPINIONE

Please enter your comment!
Please enter your name here