Home Notizie Dalla Protezione civile di Clusone alle macerie del Messico

Dalla Protezione civile di Clusone alle macerie del Messico

Mirco Gallina e Zorro impegnati nelle operazioni di soccorso (foto dalla pagina Facebook Bomberos Tequisquiapan)

È come se in Messico, in queste ore, ci fosse anche la Protezione civile di Clusone. Perché tra i soccorritori impegnati a cercare gente tra le macerie dopo il devastante terremoto di ieri, c’è anche un operatore che si è formato in Val Seriana.

Mirco Gallina, milanese d’origine, trasferitosi negli anni scorsi a Cerete, ha fatto parte del Nucleo cinofilo del gruppo clusonese. Con il suo cane Zorro ha passato l’esame attitudinale, lo step che precede l’esame operativo. In seguito è andato ad abitare in Messico con la moglie, originaria del paese centroamericano.

Mirco Gallina con Zorro

Oltreoceano Mirco Gallina non ha voluto abbandonare la sua passione e si è subito attivato per poter dare una mano. Nella cittadina dove si è trasferito ha scoperto che esisteva un nucleo di vigili del fuoco volontari. Si è presentato, ha fatto le preselezioni ed è entrato a far parte della struttura.

Di sicuro non pensava che l’occasione per rendersi utile si sarebbe presentata in modo così drammatico. Il distaccamento di pompieri di cui fa parte è stato chiamato ad intervenire in queste difficili ore dopo il sisma. Mirco Gallina ha quindi messo a disposizione la sua esperienza come operatore cinofilo di Protezione civile. Insieme a Zorro, in queste ore, è riuscito anche a trovare quattro persone rimaste sotto le macerie.

«Siamo anche noi sgomenti per il terremoto che ha colpito il Messico, ancor di più dal fatto che Mirco ha avuto i suoceri coinvolti in questa tragedia – commenta Roberto Torri, responsabile della Protezione civile di Clusone -. Dall’altro lato, siamo anche orgogliosi che abbia potuto mettere in pratica quanto ha appreso in questi anni alla Protezione civile di Clusone».

1 COMMENTO

  1. Abbiamo molto in comune col Messico,i colori della bandiera,la”buona amministrazione statale”,la burocrazia,la”rettitudine e l’onestà”di politici dirigenti ed amministratori vari,le scuole che crollano durante i terremoti e dovrebbero essere antisismiche gia da decenni seppellendo molti troppi bambini indifesi ed innocenti,e non dimentichiamo che noi abbiamo le varie mafie,come loro hanno i vari clan di narcos che da sempre fanno affari in comune.
    Abbiamo molto in comune col Messico.

LASCIA LA TUA OPINIONE

Please enter your comment!
Please enter your name here