Home Notizie Presolana più accessibile, avanti il progetto del Rotary

Presolana più accessibile, avanti il progetto del Rotary

Va avanti il progetto promosso dal Rotary Club Città di Clusone che mira a rendere accessibile anche ai non vedenti il sentiero che porta al rifugio Carlo Medici (ex Baita Cassinelli). Nei giorni scorsi sono stati raccolti i primi 5 mila euro che consentiranno di accedere al contributo messo a disposizione dalla Fondazione della Comunità Bergamasca.

«Dovevamo raccogliere 4.000 euro – spiega il presidente del Rotary Club Città di Clusone Paolo Fiorani -, e abbiamo superato l’obiettivo che ci permette di innescare il cofinanziamento. Ringrazio tutti quelli che ci hanno aiutato a superare questo scoglio determinato dallo scarso tempo che avevamo a disposizione. Ora abbiamo già questi 5.000 euro in anticipo con cui realizzare i rilievi sul terreno attraverso il sistema di laser scan. Dovremmo avviare la rilevazione tra il 7 e il 9 novembre in modo tale da consentirci, nei primi giorni di gennaio, di essere pronti con la pianificazione dei lavori da eseguire sul sentiero».

Per completare l’ambizioso progetto servirà ulteriore sostegno. Per farlo è possibile effettuare un versamento facendo riferimento alle seguenti coordinate: Iban IT96U031115291000000 0000824 intestato a Rotary Club Città di Clusone, causale «Progetto Cassinelli», alla filiale di Clusone di Ubi.

Un’intervista andrà in onda nel telegiornale in onda questa sera alle 19.20 sul canale 88 di Antenna2. Qui sotto un approfondimento registrato a settembre su questo tema.

E il Rotary Club Città di Clusone sta sponsorizzando anche la nascita del giovanile, il Rotaract. In tal senso è in programma sabato 4 novembre un incontro al Fantoni, una presentazione agli studenti maggiorenni. L’appuntamento è alle ore 11. Interverranno Andrea Mora e Veronica Piccoli del Rotaract di Bergamo.

LASCIA LA TUA OPINIONE

Please enter your comment!
Please enter your name here