Home Notizie Graziani: «Nella scuola non quote rosa ma azzurre»

Graziani: «Nella scuola non quote rosa ma azzurre»

“La donna”: è il tema affrontato con le giornate di lavori promosse dalla consulta studentesca tra Lovere e Clusone durante lo scorso fine settimana.

Nella riflessione di Patrizia Graziani, dirigente dell’Ufficio Scolastico Territoriale di Bergamo, il ruolo femminile, ma con una piccola provocazione sull’attuale situazione. «Credo che nella scuola ormai più di quote rosa dovremmo parlare di quote azzurre perché la scuola si sta femminilizzando in maniera quasi esclusiva e credo che questo sia un impoverimento, nella scuola abbiamo bisogno di figure maschili per diverse ragioni sociologiche e per i cambiamenti stessi del mondo del lavoro. Ormai il mondo dell’insegnamento è davvero dominato proprio dalle donne, credo tuttavia che debba tornare a essere un mondo un pochino più equilibrato con la presenza di entrambe le figure quella femminile e quella maschile».

2 COMMENTI

  1. Penso che la Sig.ra Graziani abbia pienamente ragione, anche perché la scuola italiana negli ultimi 40 anni ha avuto un netto peggioramento, riconosciuto anche internazionalmente! Purtroppo, per la soluzione proposta dalla dirigente scolastica bergamasca, in Italia abbiamo sempre una mentalità alquanto chiusa e fondamentalmente dittatoriale e per quanto riguarda la volontà istituzionale di favorire il sesso femminile con mille modalità, ci sono troppi uomini/zerbino, soprattutto in politica.

    • Sig. Alex nella sua riflessione ha dimenticato lo stereotipo della donna al volante…, tuttavia il senso del commento risulta chiaro in maniera terrificante.

LASCIA LA TUA OPINIONE

Please enter your comment!
Please enter your name here