Home Notizie Albino, entro fine anno i lavori per il nuovo palazzetto

Albino, entro fine anno i lavori per il nuovo palazzetto

Come sarà la palestra all'esterno

Si avvicina ad Albino l’avvio dei lavori per la riqualificazione della scuola media di Desenzano e Comenduno. Intervento a cui si aggiungerà anche la realizzazione di una nuova palestra. Il Comune ha dato il via alla procedura di gara proprio in questi giorni.

I fondi per le opere arrivano in gran parte dal bando regionale per l’edilizia scolastica 2015-2017. Il progetto, in un primo tempo, non era stato finanziato per mancanza di risorse. In seguito, però, il Ministero dell’istruzione aveva rimesso a disposizione dei fondi grazie a delle economie che si erano create sui progetti finanziati. Ad Albino l’anno scorso è stato assegnato un contributo di 2 milioni e 400 mila euro.

La scuola media di Desenzano e Comenduno

«Dopo la conferma della mia amministrazione, in questi mesi abbiamo lavorato per mettere a punto il progetto definitivo, approvato una decina di giorni fa in Giunta – spiega il sindaco Fabio Terzi -. Successivamente è stata aperta la procedura per l’affidamento congiunto della progettazione esecutiva e della realizzazione dei lavori. L’intervento prevede l’efficientamento energetico di tutto l’edificio e la messa in sicurezza a livello antisismico».

I lavori riguarderanno anche la palestra. «Sarà completamente abbattuta e ne verrà costruita una nuova che sarà un vero e proprio palazzetto dello sport – prosegue il sindaco -. Una struttura che avrà degli standard per l’A2 di basket femminile. Il costo di tutti gli interventi supera i 4 milioni di euro, considerano anche Iva e somme a disposizione». 

Come sarà la nuova palestra all’interno

Il cantiere aprirà a fine anno. «La gara si concluderà a settembre e dovremo procedere subito con l’affidamento dei lavori perché abbiamo tempi stretti – aggiunge Terzi -. Trattandosi di fondi Bei (Banca europea per gli investimenti, ndr), la finestra era di cinque anni: 2015-2020. Dobbiamo quindi correre e chiudere tutti i lavori entro la fine del 2020».

Questo significa un cantiere aperto con i ragazzi a scuola. «È un bel problema – ammette il sindaco -. Dobbiamo ancora fare un confronto con la dirigenza scolastica e capire come organizzare l’intervento. Di sicuro sarà possibile lavorare con la presenza degli studenti perché l’edificio scolastico è su due ali ed essendoci delle aule libere potremo pianificare degli spostamenti. Diversa la questione della palestra, dove avremo problemi anche perché è molto utilizzata dalle società sportive albinesi».

LASCIA LA TUA OPINIONE

Please enter your comment!
Please enter your name here