Home Notizie Bus sovraffollati, la Provincia di Bergamo ci mette 100 mila euro

Bus sovraffollati, la Provincia di Bergamo ci mette 100 mila euro

La Provincia di Bergamo ha deciso di stanziare un contributo straordinario di 100 mila euro per far fronte alle criticità del trasporto pubblico locale emerse con l’avvio dell’anno scolastico. Il problema è soprattutto quello della saturazione dei mezzi per l’insufficienza delle corse in particolare negli orari scolastici.

Il contributo verrà utilizzato dall’Agenzia per il Trasporto pubblico locale di Bergamo per potenziare il servizio interurbano. In particolare verranno aggiunti 50 mila bus-km annui intervenendo con una corsa al mattino sulla tratta Bergamo – Trescore (via Montello); una corsa al mattino sulla tratta Palazzolo – Bergamo (via Mornico-Cavernago); una corsa nell’orario di uscita da scuola sulla tratta Bergamo – Sarnico; un’ulteriore navetta tra l’istituto Romero di Albino e la fermata della Teb di Albino il pomeriggio, su richiesta dell’istituto. Verranno inoltre ripristinate due corse in orari non di punta che erano state tagliate in passato per carenza di fondi, una sulla tratta Bergamo – Romano intorno alle 16 e una sulla tratta Bergamo – Tavernola il mattino.

«Pur con tutte le note difficoltà economiche della Provincia, abbiamo voluto farci carico di reperire queste risorse, con la consapevolezza che non stiamo risolvendo il problema, ma semplicemente tamponando le situazioni maggiormente critiche – commenta il presidente della Provincia Gianfranco Gafforelli – . Già nel 2017 la Provincia aveva preso questa iniziativa intervenendo con risorse straordinarie. Da un lato ci adopereremo per trasformare se possibile questo contributo in una voce stabile del bilancio, dall’altro chiediamo, tuttavia, che si faccia uno sforzo per dare stabilità alle risorse tenendo conto dei nuovi fabbisogni, perché questo servizio non può dipendere da stanziamenti straordinari e dalle incertezze delle disponibilità di bilancio».

Un appello condiviso dal Consigliere con delega all’Istruzione Claudio Cancelli. «È necessario – sottolinea il sindaco di Nembro – che la Regione Lombardia in collaborazione con la Provincia e il Comune di Bergamo consenta la certezza delle risorse tenendo conto dell’aumento dei passeggeri. L’Agenzia deve essere messa in condizione di fare programmazione pluriennale, e di impostare la gara per l’affidamento del Trasporto pubblico locale per 9 anni garantendo un servizio di qualità anche a fronte dell’incremento dell’utenza».

Le nuove corse entreranno a regime dal 28 ottobre, come spiega il Presidente dell’Agenzia Tpl di Bergamo Gianfranco Manzecchi: «Ci servono solo i tempi tecnici per mettere in atto le variazioni. Ringrazio il presidente Gafforelli e il consigliere Cancelli per essersi adoperati in prima persona per darci una mano ad apportare questi miglioramenti».

LASCIA LA TUA OPINIONE

Please enter your comment!
Please enter your name here