Home Notizie Ardesio, la Scasada del Zenerù sarà senza gente

Ardesio, la Scasada del Zenerù sarà senza gente

Ce ne sarebbe di roba da scacciare, quest’anno. A cominciare da questo maledetto virus che tiene le nostre vite sospese e ha seminato ovunque dolore e sofferenza. Ma non sarà possibile farlo. O meglio, non sarà possibile farlo in tanti, com’eravamo abituati. La Scasada del Zenerù 2021, infatti, sarà senza gente.

«Quest’anno, il 31 gennaio, Ardesio non potrà essere invasa da migliaia di persone con i campanacci, pronte a scacciare l’inverno con la tradizionale Scasada del Zenerù. La Pro loco di Ardesio e il Comitato organizzatore hanno però voluto fortemente portare avanti la tradizione. Il fantoccio verrà bruciato. Ci sarà il falò del Zenerù, ma senza gente», spiega Gabriele Delbono, presidente della Pro loco.

Quindi, niente corteo per le vie del paese, niente frastuono di campanacci, niente festa. Solo il momento finale. E anche questo per pochi. «Il piazzale – prosegue Gabriele Delbono – verrà presidiato dalle forze dell’ordine. L’accesso sarà consentito solo alle persone autorizzate. Vogliamo quindi invitare tutti, ma soprattutto i cittadini di Ardesio, a rispettare le indicazioni».

La tradizione andrà dunque avanti, ma in modo diverso. «Un particolare ringraziamento va al gruppo dei “costruttori” che, nonostante le difficoltà dovute alla situazione in cui ci troviamo, è riuscito lo stesso a realizzare il fantoccio». Non sarà nemmeno necessario rinunciare ai campanacci. «Vogliamo rivolgere un invito a tutti coloro che aspettavano il 31 gennaio per partecipare alla Scasada del Zenerù. Domenica sera, all’imbrunire, uscite sui vostri balconi con campanacci, pentole o qualsiasi cosa faccia rumore e scacciate l’inverno insieme a noi. Vi chiediamo di fare un video e inviarlo poi alla nostra pagina Facebook o via mail all’indirizzo info@prolocoardesio.it. Con i video raccolti verrà realizzato un filmato che servirà a ricordare questa strana edizione della Scasada del Zenerù».

La presenza del fantoccio significa che l’evento sarà caratterizzato anche quest’anno da un tema. «Come da tradizione il tema viene scelto da Flaminio Beretta che ha voluto rappresentare il fantoccio su una gondola, a Venezia, in mezzo a piazza San Marco invasa dall’acqua alta – aggiunge il presidente della Pro loco -. Per scoprire la cartolina del Zenerù 2021 e la tradizionale poesia vi invitiamo a seguire i nostri canali social e il nostro sito internet, dove nei prossimi giorni pubblicheremo nuovi aggiornamenti».

2 COMMENTI

  1. Smart Working per ol Zenerù, chi lva adighèl adès al Flaminio!? Che mont che mont che lè gnìtt! 🤔🤗

LASCIA LA TUA OPINIONE

Please enter your comment!
Please enter your name here