Home Notizie Dopo le amministrative il Pd in Alta Valle Seriana riparte con un...

Dopo le amministrative il Pd in Alta Valle Seriana riparte con un incontro

A qualche giorno dalle elezioni amministrative il Circolo del Partito Democratico in Alta Valle Seriana programma un incontro per fare il punto sulle principali problematiche di interesse per il territorio.

“Di queste elezioni amministrative balzano all’occhio 3 dati principali: – afferma il coordinatore del Circolo Pd dell’Alta Valle Seriana Daniel Cabrini – il primo e forse il più importante è la partecipazione dei cittadini al voto. In Alta Valle Seriana, numerosi cittadini non si sono presentati alle urne. Questo dato dovrebbe far riflettere tutti i partiti presenti sul territorio e farli riallineare e collaborare per promuovere l’importanza della partecipazione alla vita pubblica tramite il diritto al voto, libero e democratico. Alcuni comuni hanno addirittura rischiato di essere commissariati perché si è raggiunto a malapena il quorum”.

“Il secondo dato, – prosegue Cabrini – in linea con il primo, è la prevalenza di liste uniche a dispetto di più liste candidate. Sempre meno persone sono disposte a dedicarsi all’amministrazione della cosa pubblica e a candidarsi alle elezioni del proprio comune. Capita però che liste civiche con appartenenze politiche diverse siano talvolta conflittuali in scelte strategiche, come quella del nostro caro ospedale di Piario o della viabilità della valle. Detto questo, in molti comuni della zona sono state elette persone iscritte al PD o molto vicine al centro sinistra. Questa informazione ci dice che il partito è sempre presente e ben radicato sul territorio”.

“Il terzo dato, – aggiunge – che va oltre alla Val Seriana, racconta delle elezioni amministrative a livello nazionale. Il PD e il centro sinistra sono stati riconosciuti come i veri vincitori di questa tornata elettorale, tant’è che ne parlano anche i giornali stranieri come il Guardian di Londra. Vi è una rinascita del Partito democratico a livello nazionale, soprattutto nelle grandi città come Milano, Bologna e Napoli dove Sala, Lepore e Manfredi vincono a mani basse sia nei quartieri popolari che in quelli centrali. A Torino e Roma il centro sinistra è al ballottaggio ma trova grande supporto anche dai partiti che non sono passati al primo turno”.

“Tornando all’alta valle – conclude Cabrini -, resta l’urgenza e l’auspicio che tutti i sindaci e consiglieri eletti concentrino le attenzioni su due priorità vitali per il nostro territorio: la sanità, con il nostro Ospedale di Piario, e la viabilità. Il Partito Democratico è presente. Non solo chiediamo alla politica locale di attivarsi ma siamo disponibili a offrire loro supporto tramite i nostri rappresentanti e iscritti a tutti i livelli istituzionali. Per dimostrare che non ci siamo solo prima del voto invito tutti i cittadini a partecipare all’assemblea pubblica che si terrà lunedì 25 ottobre alle 20.45 presso l’Auditorium comunale di Clusone, dove approfondiremo le tematiche che stanno a cuore all’Alta Valle, a partire proprio dalla sanità“.