Home Notizie A Fiorano una Little Free Library

A Fiorano una Little Free Library

Uno spazio libero, una zona franca della cultura. Non ci sono conti da pagare, tessere da prendere, moduli da firmare. Tutto si basa sulla fiducia: se ti piace un libro, lo prendi e poi lo riporti. Tutto qui.

L’iniziativa è dell’Amministrazione comunale di Fiorano al Serio. Si chiama “Segnalibro” e si presenta come una casetta di legno collocata fuori dal municipio. S’ispira chiaramente alle “Little Free Library”, ormai sempre più diffuse anche in Italia. Piccoli spazi dove scambiarsi libri: dai saggi ai romanzi, dalla poesia alle storie per bambini.

«La casetta è stata costruita, su proposta dell’assessore all’Istruzione Anna Maria Asti, quando abbiamo ricevuto un contributo per sistemare la piazzetta del Comune – spiega la sindaca di Fiorano, Clara Poli -. È stato fondamentale l’aiuto di due volontari: Pietro Guerini e il geometra Ettore Nosari. L’iniziativa sta prendendo piede e sembra sia stata molto gradita dai fioranesi».

Le poche semplici regole per utilizzare la casetta si possono leggere all’ingresso: «Si può prendere un libro e riconsegnarlo dopo la lettura. La casetta potrà arricchirsi se ad ogni libro preso se ne lascia un altro da condividere. Si possono donare libri in buono stato, di saggistica e narrativa per adulti e bambini. Il donatore è consapevole che i libri donati non verranno restituiti. Prima di essere esposti verranno controllati. Qualora non fossero ritenuti idonei verranno scartati». L’orario di apertura va dalle 9 alle 21. La porta è automatica: di sera meglio affrettarsi.

1 COMMENTO

  1. Bella senza dubbio l’idea di una biblioteca libera all’aperto. Mi permetto di dissentire sulla titolazione in inglese dell’iniziativa. Non se ne può più di questa invasione di inglesismi, abbiamo la nostra bellissima lingua italiana: usiamo quella. “Piccola libreria libera”, non è bello?
    Giuliano Todeschini

LASCIA LA TUA OPINIONE

Please enter your comment!
Please enter your name here