Notizie

I laboratori dei musei della Valseriana in fiera

Continua l’attività di valorizzazione e promozione dell’offerta didattica delle strutture del Circuito Mus.E.O., rete museale coordinata e promossa da Promoserio.

In Fiera a Bergamo, con Lilliput, in un unico stand è in mostra l’offerta laboratoriale dei musei della ValSeriana e della Val di Scalve. Dieci laboratori che guidano i giovanissimi ospiti del “villaggio creativo” nella storia e nelle tradizioni della ValSeriana e Val di Scalve.

Nelle prime due giornate la scena è stata conquistata dal Parco Paleontologico di Cene, dal Museo del Tessile di Leffe, dal BACS – Artists.Sociologists di Leffe, dal MAP – Museo delle armi e delle pergamene di Gromo, dal MAT – Museo arte tempo di Clusone, dal Parra Oppidum degli Orobi, il parco archeologico di Parre e dal NAB (Natura e ambiente in ValBorlezza) di Cerete.

Domenica 7 aprile i bimbi possono invece divertirsi con i laboratori della collezione Museo di Vertova “Maria fa töt”, del Museo Etnografico della Torre di Comenduno di Albino e del Mupic – Museo delle Pietre Coti Valle Seriana di Nembro.

Già dal mattino i più piccoli possono fare un salto nel passato per scrivere come i loro bisnonni, grazie ai pennini e ai calamai della collezione di Vertova. Nel secondo laboratorio imparano invece i segreti e i trucchi della macinazione del grano fatta proprio come un tempo.
Nel pomeriggio si aggiungeranno il Museo Etnografico di Comenduno di Albino e il Mupic di Nembro. Con il Museo Etnografico della Torre di Comenduno di Albino tutti i bambini potranno scoprire come era la vita contadina del secolo scorso e realizzare la propria bambolina di Brattee con il mais, mentre con il Mupic – Museo delle Pietre Coti Valle Seriana di Nembro – è possibile scoprire come i primitivi costruivano i loro attrezzi.

Condividi su:
Categorie: Notizie
Tag: , ,

Continua a leggere

Parre, le sagre sempre più ecologiche
Ardesio, tagliato il “Mas” di Ponte Nossa