Home Notizie Val Gandino, le “Cinque terre” parlano anche arabo e cinese

Val Gandino, le “Cinque terre” parlano anche arabo e cinese

Ha compiuto dieci anni, il distretto delle Cinque terre della Val Gandino. E per l’anniversario si è regalato un sito internet nuovo di zecca. Un portale a misura di smartphone che punta a valorizzare gli eventi e le opportunità offerte da Casnigo, Cazzano, Gandino, Leffe e Peia. Anche con una spiccata apertura al mondo.

Il nuovo sito è stato presentato a Leffe, nella sala consiliare del municipio. Un’occasione anche per fare il punto sui primi dieci anni di attività del Distretto del commercio. «Nel 2008, quando uscì la legge regionale, la Val Gandino ebbe l’intuizione di aderire a questa nuova filosofia per fare squadra a livello di negozi di vicinato e di paesi. Quindi non solo sotto l’aspetto commerciale, ma anche di promozione del territorio  – sottolinea Giambattista Gherardi, coordinatore delle “Cinque terre” -. Un progetto in qualche modo figlio della crisi economica: una valle dedita all’industria e al manifatturiero doveva reinventarsi anche sotto l’aspetto dei servizi, del commercio e della promozione».

Internet è diventato lo strumento principale per far conoscere le proposte e le bellezze che offrono le “Cinque terre”.  Il Comitato d’indirizzo del Distretto, in cui tutte le componenti territoriali sono rappresentate, ha lavorato per far viaggiare il più possibile la Val Gandino sul web. Anche attraverso un sito capace di stare sempre al passo coi tempi. La nuova versione, curata da Lino Olmo studio di Onore, punta ad essere efficace soprattutto sugli smartphone e presto interagirà con la App “Visit ValGandino”, realizzata da Moma comunicazione e già disponibile su Apple ed Android.

Si tratta anche di un sito poliglotta. La presentazione della Val Gandino è disponibile in ben otto lingue: oltre a italiano ed inglese, ci sono francese, tedesco, spagnolo, russo, cinese e arabo. «Quattro anni fa l’esperienza di Expo 2015 ha cambiato il nostro approccio verso la promozione – aggiunge Giambattista Gherardi -. Ci siamo ritrovati con un’attenzione rispetto al nostro territorio anche di persone provenienti da lontano. La presentazione in diverse lingue può aprire opportunità concrete».

Una conferma è già arrivata. «Non più tardi di un anno fa abbiamo avuto a Gandino una troupe del primo canale televisivo russo – spiega ancora Gherardi -. Attraverso un motore di ricerca, alla voce “Enogastronomia Bergamo” (Bergamo nel 2018 era la capitale europea dell’enogastronomia, ndr), ha trovato la nostra pagina scritta in russo e si è appassionata alle nostre storie e ai nostri luoghi». 

Il sito internet delle Cinque terre si raggiunge all’indirizzo lecinqueterredellavalgandino.it

LASCIA LA TUA OPINIONE

Please enter your comment!
Please enter your name here