Home Notizie Territori in sicurezza, altri 7,7 milioni da Regione Lombardia

Territori in sicurezza, altri 7,7 milioni da Regione Lombardia

Il palazzo sede della Giunta regionale (foto da Wikipedia di Amstead23 - Opera propria)

Sono state rese disponibili, su proposta dell’assessore regionale agli Enti locali, Montagna e Piccoli Comuni Massimo Sertori, ulteriori risorse per un ammontare di 7,7 milioni di euro, destinate ai Comuni lombardi con popolazione fino a 15.000 abitanti che, nel settembre 2019, erano stati inseriti nella graduatoria per l’assegnazione di fondi destinati alla messa in sicurezza del reticolo idrico minore e ripristino di dissesti potenzialmente pericolosi per persone e infrastrutture.

STANZIATI COMPLESSIVAMENTE OLTRE 24 MILIONI – Con la prima assegnazione del contributo regionale di 16,6 milioni di euro, già liquidato, sono stati finanziati complessivamente 196 Comuni lombardi, dei 406 ammessi al bando. Con questa seconda tranche di finanziamento, ulteriori 102 Comuni beneficeranno del contributo regionale. Lo stanziamento complessivo ammonta a oltre 24 milioni di euro.

RISPOSTA SIGNIFICATIVA A RICHIESTA ENTI LOCALI – “Grazie a residui di economie del primo finanziamento e con nuove risorse al momento disponibili – spiega l’assessore Sertori – si è provveduto ad un primo scorrimento della graduatoria assegnando il contributo ad ulteriori 102 Comuni”. “Regione Lombardia – prosegue – dà concreta attuazione all’obiettivo di accogliere il maggior numero possibile di richieste, confermando la particolare vicinanza alle amministrazioni locali”.

FARE PREVENZIONE IN MODO SERIO – “Continua il forte impegno a sostegno delle azioni di manutenzione del territorio – sottolinea Sertori -, e su questo tema terremo sempre alta la guardia. È frequente assistere a danni e conseguenze devastanti soprattutto a seguito di violente ondate di maltempo”.

MANUTENZIONE FINANZIATA CON CONTINUITÀ – “Il nostro obiettivo conclude Sertori – è quello di avviare su tutto il territorio regionale una programmazione seria, finanziata con continuità, e non iniziative ‘spot’. Un lavoro di concerto con gli Enti locali per realizzare progetti che possano mettere in sicurezza aree più fragili e a rischio”.

Per la Provincia di Bergamo, sono stati finanziati 18 Comuni, per un totale di 1.220.293 euro così suddivisi: 

SOVERE 45.000 euro, ARDESIO 99.990 euro, COMUNE DI AMBIVERE 89.100 euro, MONASTEROLO DEL CASTELLO 44.996 euro, PARRE 100.000 euro, SAN PELLEGRINO TERME 100.000 euro, GROMO 64.502 euro, PEIA 58.437 euro, TORRE DE’ BUSI 90.000 euro, ALZANO LOMBARDO 58.000 euro, PIAZZATORRE 97.997 euro, SAN PAOLO D’ARGON 25.000 euro, OLTRE IL COLLE 99.903 euro, CAPIZZONE 96.233

Per la Provincia di Brescia, sono stati finanziati 29 Comuni, per un totale di 2.309.026 euro così suddivisi: 

COLLIO 99.000 euro, SAN FELICE DEL BENACO 90.000 euro, CORTE FRANCA 40.000 euro, VESTONE 90.000 euro, SAN PAOLO 58.500 euro, MONTICELLI BRUSATI 26.077 euro, MONTE ISOLA 100.000 euro, MONIGA DEL GARDA 100.000 euro, BARGHE 48.150 euro, PEZZAZE 88.200 euro, IRMA 39.150 euro, MARMENTINO 31.500 euro, BIONE 67.500 euro, MARCHENO 81.837 euro, OFFLAGA 89.100 euro, CORZANO 88.928 euro, AGNOSINE 100.000 euro, PIANCOGNO 90.000 euro, MALEGNO 95.985 euro, SELLERO 99.175 euro, ARTOGNE 99.000 euro, VEZZA D’OGLIO 97.830 euro, PAISCO LOVENO 89.618 euro, VALLIO TERME 77.400 euro, PERTICA BASSA 53.550 euro, CEDEGOLO 99.383 euro, ISORELLA 100.000 euro, FIESSE 69.141 euro, SAREZZO 100.000 euro.

1 COMMENTO

LASCIA LA TUA OPINIONE

Please enter your comment!
Please enter your name here