Home Notizie Bar e pub, cosa è emerso dell’incontro dei sindaci della Media Valle...

Bar e pub, cosa è emerso dell’incontro dei sindaci della Media Valle Seriana

Con l’incontro dei 18 sindaci della Media Valle Seriana insieme all’Ats di Bergamo sono emersi diversi punti in relazione alla situazione Coronavirus.

Ne dà notizia anche il sindaco di Alzano Lombardo Camillo Bertocchi sulla sua pagina Facebook che per prima cosa ribadisce che in Valle Seriana non è stata istituita alcuna zona rossa.

Ecco a seguire i principali chiarimenti.

1) non è prevista in alcun modo la zona rossa in valle Seriana.

2) il sistema sanitario è organizzato e attrezzato per affrontare adeguatamente la situazione;

3) tutti devono collaborare rispettando le regole base di comportamento indicate dal Ministero, la soluzione del problema spetta a ognuno di noi e non solo agli altri;

4) è fondamentale evitare assembramenti di persone, ma non è limitata in nessun modo la libera circolazione delle persone, anche e soprattutto nei negozi, che non costituiscono causa di rischio

5) è necessario garantire regole chiare e stabili e la linea guida emersa dai comuni Seriani, incluso quindi Alzano, è che i bar o pub (che non hanno nella propria licenza la categoria di ristorazione come prevalente), fino all’1 marzo continueranno a chiudere dalle 18.00 alle 6.00, come previsto dall’ordinanza del 23.02.2020.

“Continuate a seguire l’informazione ufficiale delle istituzioni, evitando di dar credito a ciò che circola sui social”: ribadisce il primo cittadino.

I 18 comuni in questione corrispondono a quelli dell’Ambito Territoriale Valle Seriana (Albino, Alzano Lombardo, Aviatico, Casnigo, Cazzano S.A, Cene, Colzate, Fiorano al Serio, Gandino, Gazzaniga, Leffe, Nembro, Peia, Pradalunga, Ranica, Selvino, Vertova, Villa di Serio).

Già durante il pomeriggio di ieri (26 febbraio) il Comune di Albino ha emesso un’ordinanza relativa ai bar e ai pub, leggila sul sito del Comune di Albino.

LASCIA LA TUA OPINIONE

Please enter your comment!
Please enter your name here