Home Notizie Presente e passato: la città di Darfo Boario Terme in una mostra

Presente e passato: la città di Darfo Boario Terme in una mostra

dav

Duecentocinquanta foto e centocinquanta cartoline originali per ricordare la città di un tempo mettendola a confronto con quella del presente. Dopo circa un anno di lavoro da parte dei membri dell’A.P.A.D. (Associazione Pensionati Anziani Darfo) in collaborazione con Foto Ferrari, la mostra “Darfo Boario Terme… ieri e oggi” situata nella Chiesa dell’ex convento, ha aperto le porte al pubblico nella giornata di venerdì 14 febbraio.

«Questa è la quinta mostra che organizziamo. E’ dedicata al patrono, S. Faustino, ma è anche un regalo fatto ai cittadini che con queste memorie possono percorrere in maniera alternativa la storia della loro città. Abbiamo scelto questo tema perché vogliamo dare valore alla città di Darfo, anche in occasione del 50esimo anniversario dalla sua denominazione a “città” (è stata nominata nel 1968 ndr)», afferma il presidente dell’A. P. A. D., Rudy Bertazzi.

La mostra si sviluppa con una struttura ad arco formata da sei pannelli in cui sono appese le gigantografie delle foto, mentre al centro, una tavola rettangolare con le cartoline e le fotografie degli hotel di un tempo. «Le foto e le cartoline sono quelle originali, ce ne sono state fornite circa 700 da Foto Ferrari, amici e parenti, poi noi, dopo un lavoro di scrematura, che ha portato alla selezione finale dei luoghi più suggestivi, abbiamo realizzato delle gigantografie da poter appendere sui pannelli per renderle ben visibili a tutti. Per poter fare il confronto del cambiamento invece, ci siamo recati successivamente insieme a Foto Ferrari, nei luoghi indicati dalle foto e abbiamo scattato quelle attuali», racconta il segretario dell’A. P. A. D., Gianni Magnetto.

Fotografie con edifici e persone che camminano, contrapposte ad edifici appena costruiti ed il traffico delle automobili. Aree verdi di un tempo, che sono state occupate da palazzi immensi e ancora, l’ingresso storico delle Terme di Boario – un tempo nel mirino di molti turisti esteri -, messo a confronto con quello attuale.

Su di alcune cartoline è ancora possibile leggere “Casino Boario”, che sta ad indicare la divisione dei due pesi che un tempo non erano uniti, ma bensì due unità separate. Sono queste alcune delle memorie fotografiche che sono esposte nella mostra e che fanno riflettere su come la modernizzazione e lo scorrere del tempo possano cambiare tutto ciò che ci circonda.

«Osservando le fotografie mi rendo conto di come sia mutata la nostra città. Alcune zone erano più belle all’ora, altre invece sono migliorate nel corso del tempo – afferma il primo cittadino di Darfo Boario Terme, Ezio Mondini -. Mi auguro di aver fatto un buon lavoro nel corso del mandato». Già dalla seconda giornata i membri dell’associazione si dicono molto soddisfatti dell’affluenza e della curiosità che sono riusciti a scaturire tra i visitatori. 

La mostra sarà aperta anche domenica 16 febbraio, per l’intera giornata, giovedì mattina dalle 9 alle 12, sabato 22 e domenica 23 febbraio, giorno di chiusura. 

LASCIA LA TUA OPINIONE

Please enter your comment!
Please enter your name here