Home Notizie Casnigo, i sogni di Emiliano Perani portati via dal Covid19

Casnigo, i sogni di Emiliano Perani portati via dal Covid19

Emiliano Perani

Una mannaia che sta calando senza pietà. Al dolore si aggiunge continuamente altro dolore. Ieri (mercoledì 8 aprile) al Policlinico di Monza si è spento Emiliano Perani. Di Casnigo, aveva 36 anni. Un ragazzo pieno di vita, con tante idee in testa e sogni nello sguardo. Il Covid19 non gli ha lasciato il tempo di realizzarli tutti.

Era stato ricoverato intorno alla metà di marzo all’ospedale “Locatelli” di Piario. Le sue condizioni avevano però presto subito un peggioramento. Dopo pochi giorni era stato intubato e trasportato a Monza. Martedì sembrava stesse meglio, invece ieri è subentrata una crisi che purtroppo non gli ha lasciato scampo.

Emiliano Perani era un fotografo, un’artista. La sua creatività sfociava nella sua professione di grafico pubblicitario, ma anche nei tanti progetti che ideava. Lo avevamo intervistato diverse volte. Al Convento della Ripa di Albino ci aveva raccontato la storia curiosa di Bluman, iniziata per caso davanti a una bancarella a Milano. Qui il video:

Nel 2018, insieme alla compagna Nadia Rossi, era andato alla scoperta del Sudamerica zaino in spalla spostandosi solo con mezzi pubblici. Più di 6 mesi di viaggio, 17 mila chilometri percorsi, passando attraverso Argentina, Cile, Bolivia, Perù ed Ecuador, con tanti momenti dedicati anche al volontariato. Avevano raccontato la loro esperienza anche nel libro “Un viaggio per due” e in un video. Qui il tg di Antenna2 con il servizio in cui Emiliano e Nadia raccontano il loro viaggio:

Emiliano Perani lascia i genitori Adriano e Lucia e la sorella Stefania, oltre alla compagna Nadia.

1 COMMENTO

  1. …tanti e legittimi sono i sogni di un giovane ragazzo e appassionato peregrino nel mondo per conoscere e vivere la realtà di altri popoli … ora hai intrapreso il viaggio più importante: quello verso le praterie celesti incontro a Dio… buon viaggio Emiliano e un abbraccio a tutti i tuoi cari che piangono questa prematura e improvvisa partenza.

LASCIA LA TUA OPINIONE

Please enter your comment!
Please enter your name here