Home Notizie Valbondione, ordinanza per limitare l’arrivo di escursionisti

Valbondione, ordinanza per limitare l’arrivo di escursionisti

Il territorio di Valbondione non potrà essere raggiunto in auto o con i mezzi pubblici per svolgere attività fisica o motoria. Lo stabilisce un’ordinanza firmata oggi (giovedì 7 maggio) dalla sindaca Romina Riccardi. 

Per capire l’origine del provvedimento è necessaria una premessa. L’ultimo decreto del presidente del Consiglio Giuseppe Conte consente, all’articolo 1, di “svolgere….attività sportiva o motoria, purché comunque nel rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno due metri per l’attività sportiva e di almeno un metro per ogni altra attività”. Nella relativa Faq si specifica: “Al fine di svolgere l’attività motoria o sportiva di cui sopra, è consentito anche spostarsi con mezzi pubblici e privati per raggiungere il luogo individuato per svolgere tali attività. Non è consentito svolgere attività sportiva o motoria al di fuori della propria Regione”. 

Valbondione, comune turistico e anche molto frequentato dagli escursionisti per le sue montagne, si trova dunque a dover fare i conti con la possibilità che parecchia gente arrivi sul suo territorio. «Da lunedì riceviamo decine di telefonate e mail da cittadini che da tutta la Lombardia vogliono raggiungere il nostro paese per praticare trekking o fare passeggiate – spiega la prima cittadina -. Già in questi giorni abbiamo i parcheggi di accesso ai sentieri pieni. Per il fine settimana prevediamo quindi un flusso importante di escursionisti. Ci potrebbero quindi essere assembramenti che purtroppo, con le nostre forze, non possiamo controllare».

«Lo spostamento per attività sportiva o motoria non rientra in un’esigenza specifica o in uno stato di necessità – prosegue Romina Riccardi -. La Fase 2 deve essere sì di riapertura, ma soprattutto per chi deve lavorare. Abbiamo quindi deciso di vietare l’accesso al territorio di Valbondione con mezzi privati o pubblici a chi intende praticare attività sportiva o motoria. Gli escursionisti potranno arrivare in bicicletta o a piedi». Già da domani la Polizia locale effettuerà controlli al confine di Fiumenero, unico accesso stradale al paese.

Ovvio che l’amministrazione comunale di Valbondione auspichi che anche gli altri comuni del territorio seguano il suo esempio. «Nei giorni scorsi abbiamo chiesto chiarimenti anche alla Regione, ma ad oggi non abbiamo ricevuto risposta – prosegue la prima cittadina -. Faccio però notare che nel lecchese 80 sindaci su 88 hanno emanato un’ordinanza simile alla nostra. E sottolineo che in provincia di Lecco ci sono stati molti meno decessi che in Bergamasca. Mi aspetto quindi che anche altri sindaci della provincia di Bergamo seguano il nostro esempio».

Qui il testo dell’ordinanza. Invece, a questo link l’intervista a Romina Riccardi nel tg di Antenna2.

56 COMMENTI

    • Impedire per salvaguardare la salute dei Nostri Cittadini…
      Pare che Valbondione non offra mai nulla,
      ora che cé un divieto pare che ci siamo pure Noi

  1. Vergognatevi. Dovete solo vergognarvi,. Senza senso, non potete farlo a termini di legge, (leggete bene il DPCM riguardo al potere dei sindaci) le sanzioni saranno tutte nulle. Ma ce lo ricorderemo. Vergogna.

    • Franchin usi educazione,
      non ci dobbiamo vergognare di nulla,
      qui come da altre parti sono morte persone e chiediamo solo tempo…
      Visto che lei si crede l’avvocato degli Italiani salga prenda la multa e poi faccia ricorso

  2. Siamo sicuri che l’ordinanza di un Sindaco possa limitare la circolazione dei cittadini? Già il DCPM era molto, molto tirato, per non dire illeggittimo. Perchè la sospensione dell’art. 16 della costituzione può essere fatto solo con un decreto legge!

    • Un Sindaco deve fare ordinanze per come la Coscienza gli consiglia..
      Se i Rifugi i Ristoranti i bar e quant’altro sono chiusi,
      significa che l’emergenza non è finita;
      Con questa ordinanza Vi chiediamo di pazientare

      • Trovo un’ordinanza strana che dice non si può arrivare a Valbondione e Fiumenero in macchina o mezzi pubblici , ma solo a piedi o in bicicletta !!! O si può, o non si può??

      • Walter, i bar e ristoranti possono fare servizio da asporto, cioè sono aperti. Forse non ti hanno avvisato dal governo!?

  3. Che tristezza e che desolazione… ma cosa ti puoi aspettare da un’amministrazione che ha tolto anche la bandiera d’Europa… infatti non sono più nemmeno in Italia, sono su un altro pianeta!

    P.S. Semperboni non tiri in ballo ancora la storia che manca la firma di chi commenta in questo website… il nickname è fatto apposta nell’ambito di ogni discussione sulla rete: quello che conta è quello che si scrive e non chi lo scrive, se il signor Walter Semperboni preferisce firmarsi, sono affari suoi.
    Comunque l’amministratore del sito conosce l’indirizzo email di chi scrive per commentare, quindi l’anonimato non esiste: prendersela perché manca la firma è un bel diversivo per non rispondere.

    • Giobbe, non commettere l’errore di citare certi personaggi.
      É quello il loro fine, parlatene bene parlatene male, l’importante é che ne parlate. Basta scrivere/parlare di certi, gli si fa solo pubblicità.

    • Giobbe saremo pure su un altro pianeta,
      ma sempre più vicino al pianeta Terra di quanto è lei..
      Detto ciò se la sua identità i responsabili del sito la conoscono,
      scriva con nome e cognome sarebbe più credibile

  4. Tutte cosine per mettersi in evidenza. Per chi per che cosa a quale scopo, che pericolo causa uno che va per SENTIERI, solo ed in totale sicurezza? Ridicoli, non capite che vi state autoisolando, e quando tutto finirà queste operine resteranno nella memoria di molti!

  5. È una vergogna, ne trarro’ le dovute conseguenze e sono certo che quando avrete bisogno di noi turisti e pagatori ed anche di seconde case noi non ci saremo più. Comunque ringrazio per averci almeno avvisato. Cordiali saluti Franco Locatelli

    • Franco Locatelli,
      Turisti e pagatori??
      Ora bisogna pensare alla salute,
      nessuno vuol limitare l’accesso alle Nostre Montagne se non in questo particolare momento

        • per tutti perdere il proprio papà o mamma non è una passeggiata… è sempre molto triste, ovviamente anche per Walter al quale vanno le mie condoglianze. Per l’ordinanza di Valbondione la trovo inopportuna, le persone vengono educate anche con il buon esempio e dando fiducia, le multe possono anche servire ma creano gravi attriti per il fatto che il “poveraccio ” la prende e la paga mentre il furbetto o raccomandato la evita in base alla discrezione del multante … la montagna è bella e va vissuta da tutti con rispetto pe la stessa e per chi vi abita. Buone passeggiate nella bella valbondione e tutta l’alta valle seriana

    • Mi sembra uno sfogo fanciullesco e fuori luogo, ma tant’e’.
      E”evidente che l’egoismo passa oltre la responsabilità per sé stessi, ma soprattutto al rispetto di altri cittadini che capiscono la gravità della situazione.
      Stiamo attenti!!

    • Nessuno è contro i Turisti,
      pagatori poi cosa sta a significare che si possa far tutto…
      Legga i giornali per quanto riguarda l’emergenza e capirá

  6. Purtroppo per colpa di alcuni pagano tutti….io sto girando da solo in mtb e vedo troppa gente a passeggio in gruppo… solita storia, per colpa di alcuni irrispettosi ed irresponsabili paghiamo tutti.

    • Bravo è questo che preoccupa che si formino gruppi che salgono in montagna assembrandosi…vedendo certe cose si ha paura

      • allora è chiaro a tutti che a valbondione cè una smania di protagonismo, bisogna farsi notare a tutti i costi, ma forse e sopratutto nel tuo caso sarebbe meglio non apparire, collezioni figuracce una dietro l’altra.
        Cambia mester……..

  7. Mi sembra un provvedimento giusto, e non c’è nulla di cui vergognarsi. Il primo dovere di un amministratore pubblico è quello di tutelare la salute dei propri concittadini.

  8. A mio parere è ANTICOSTITUZIONALE QUEST’ORDINANZA DEL COMUNE!!! Un comune non può essere sopra lo stato italiano, è stato emanato un decreto x tutto il territorio nazionale, possono limitare o chiudere i parchi o limitare l’accesso, ma non chiudere un paese ai non residenti per fare attività motoria o sportiva; Forse possono le regione Autonome (alto adige) ect..

  9. Buona sera, penso che, finalmente, in questi paesi che hanno sofferto molto per la perdita di molti cari, sia da ammirare un sindaco che metta al primo posto la salute dei propri cittadini e non il fattore economico…..

  10. Decisione giusta. 52 % di contagi di oggi sono in Lombardia. Di che cosa stiamo parlando. Con gli stessi contagi che abbiamo avuto oggi noi le altre regioni sono state chiuse. Anche io amo coca e curò. Aspetterò.

    • E bravo Antonio. Hai ragione. Che fretta c’è????? Non siamo ancora del tutto usciti da una situazione di pericolo contagio COVID-19 e non vedo perché c’è da accanirsi verso il sindaco Romina e i suoi collaboratori. Hanno fatto bene, anzi benissimo a prendere posizione a riguardo. C’è stato concesso di fare sport e uscire di casa ok, ma sempre e comunque con il buon senso . Perché mi devo allontanare 30/40km dal mio paese???? Si può fare sport anche senza allontanarsi troppo tanto dal paese……io vieterei anche si ciclisti di macinare km e km… perché???? Tt si può fare ma restiamo nei limiti. E poi scusate, rispetto e poi ancora rispetto , comprensione, pazienza , sacrificio, rinuncia sono atteggiamenti dei quali ne dobbiamo fare ancora uso anche adesso . Il pericolo c’è ancora!!!!!! Forza!!!! Se siamo comprensivi e rispettosi gli uni verso gli altri ce la faremo a uscirne da questo momento nero!!!!!!

  11. Da domani regione Lombardia nuova ordinanza x sport all’aperto nei centri sportivi a livello individuale con le dovute misure di sicurezza…. E che fa valbondione?? Chiude il paese ai non residenti che vogliono andare sui monti x attività motoria o sportiva, questa non è democrazia…

  12. la tutela della salute é il concetto principe da seguire ma forse una via di mezzo avrebbe potuto essere una contingentazione tramite un numero definito e limitato di pass giornalieri rilasciato al posto di blocco di Fiumenero. In questo modo si sarebbe sostenuta comunque l’economia locale almeno dei negozi di generi alimentari e l’idea di mantenere Valbondione nel circuito degli itinerari turistici senza rischiare un affollamento che ancora non è assolutamente il caso ci sia.

  13. Si sta veramente rasentando l’assurdo, certi divieti imposti dai sindaci, sono sicuramente anticostituzionali. Fermateli!

  14. Purtroppo poi ci lamentiamo che nelle nostre valli il turismo scarseggia se non nei 2 mesi estivi classici quali luglio e agosto, già siamo indietro anni luce su ricettività alberghiera, sistemazione di sentieri,, strutture ricettive, e lo dice uno che è abituato a lavorare e fare stagioni all estero e in Trentino, é veramente un peccato visto la bellezza delle nostre montagne ma purtroppo finché non si cambia mentalità e modo di fare turismo saremo destinati a morire, e cmq visto l ampiezza del territorio non penso si faccia assembramento sui nostri sentieri ora come ora non è certamente Agosto

  15. Ma scusate.. Osservazione non polemica, ma per cercare di capire meglio: il fatto di potersi spostare x raggiungere il luogo dove fare attività fisica, credo proprio che sia ammissibile solo x svolgere attività che richiedono particolari strutture e non possono essere svolte altrove e cmq più vicino a casa.. E che quindi andare a valbondione, o da altre parti, per andare a camminare, non sia comunque permesso.. Altrimenti con la stessa logica, chiunque potrebbe ad esempio andare a bergamo con la scusa di voler fare una corsa in città alta o a desenzano per fare yoga in riva al lago… Credo che le forze pubbliche possano multare quindi, a prescindere da questa ordinanza..

  16. Ho 51 anni e sono cresciuto a Valbondione sino al 1985, ora abito a Lovere.
    Già per portare la spesa alimentare ai miei genitori, che inoltre seguono una signora di 90 anni e più con prodotti alimentari per loro e per questa signora necessari e specifici, devo compilare una autocertificazione discutibilissima (ti dico che sono negativo se il tampone me lo fate, altrimenti come posso dichiarare che sono negativo?) sono magari fermato per un controllo come se stessi trasportando chissà cosa.
    Faccio attività fisica da quando sono nato, pure professionalmente e ora per andare in Coca che ci salivo a 10 anni devo magari inventarmi una scusa che sto andando dai miei genitori?
    Attività fisica che non sono certo io a dare una spiegazione dei benefici che può dare al nostro corpo?!
    Con Biologi USA che iniziano a dire (06/05/2020) cosa sia veramente il COVID e motivi di propagazione soprattutto in Italia?!
    NON HO PAROLE E NON AGGIUNGO ALTRO!!

  17. il governo ha fatto una grande confusione con l’ultimo DPCM, serve autocertificazione per spostarsi ma consente lo sport con un “lontano da casa” non meglio precisato, poi nelle FAQ (che non è un atto amministrativo) dice che ci si può spostare in macchina, quindi a cosa mi serve autocertificazione? dico che faccio sport e vado ovunque(sempre che se ti ferma qualcuno la pensi così), davvero molta confusione.
    Al di la di questo dovremmo moderarci un pò tutti, senza che qualcuno ce lo imponga, sembra che siamo tutti atleti olimpici con la carriera a rischio.
    Va data priorità al lavoro, fare sport dove possiamo partendo da casa a piedi o bici e portiamo pazienza finché non avremo un vaccino o farmaco.

    • Si si certo, il lavoro sempre per primo, da buoni bergamasconi, la libertà invece può attendere non é cosa fondamentale, e poi persino sopra quel cancello c’é la scritta “il lavoro rende liberi”… E già, aspettiamo il vaccino (quando arriverà, ma questo non si sà. Come cantava quello là.) ed in fine sappiamo benissimo tutti che andar per sentieri in Montagna fa male alla salute, meglio lavorare.

  18. Non é idea nuova, in provincia di Lecco altri due piccoli comuni di montagna tipo Valbundiu, hanno avuto la stessa pensata. Solo che là il Prefetto ha impugnato subito le ordinanze…

  19. Lei é un “simpatizzante” fascista, (visto la m〽️ iniziale di mussolini tatuata sul suo collo a dx) é diverso che essere di dx. Anche Charles André Joseph Marie de Gaulle, era di dx, ma era anche un accanito antifascista! E se non erro, la nostra costituzione recita alcune cose nei confronti del fascismo.

  20. Avreste potuto trasmettere il messaggio di sicurezza x la salute dei vostri concittadini in in modo da farvi ricordare dai turisti positivamente e non negativamente magari contingentando il flusso degli escursionisti usando la tecnologia e spiegando le giuste motivazioni che sono valide non solo per gli abitanti del paese ma anche x gli escursionisti-turisti-visitatori, ottenendo in primis la sicurezza per i vostri concittadini e non ultimo aiutato quei pochi commercianti aperti presenti sul territorio a “vivere” ma soprattutto dimostrando rispetto e fiducia verso il prossimo

    • Ottimo post il tuo Antonella, poi ci si lamenta e si piagnuccola sempre sul fatto che il turismo qui da noi non decolla tipo Trentino. Certo finché ad ammistrarci ci saranno certi elementoni, sempre turismo da “pane e Mortadella” ci ritroveremo!

  21. AMO LA MONTAGNA ma concordo con il provvedimento del Sindaco ,cercate di capire che questo é un periodo tragico dove la salute viene prima del divertimento e visto che li ci vanno tantissimi appassionati come me é meglio evitare incidenti e assembramenti ancora per qualche giorno.So benissimo cosa vuol dire stare male,qualche anno fa ho contratto una leucemia e ho fatto mesi di isolamento e quarantena, chemio e altro, più trapianto . Grazie a Dio mi é andata bene ,portate pazienza e non criticate .

  22. Tutte queste persone che devono assolutamente andare per sentieri in questi primi giorni di fase 2 hanno già dimenticato i 30.000 morti? Forse non hanno avuto decessi in famiglia altrimenti la voglia gli passerebbe sia di andare a Valbondione che di far polemiche….

    • non tiri in ballo i morti per favore, guardi cosa stà succedendo a Milano, altro che andar x sentieri sui monti…fanno un’ordinanza poi, se lasci la macchina a Gandellino e arrivi a piedi o in bici puoi, SE CI FOSSE IL GRANDE TOTò: MA MI FACCIA IL PIACERE………KE MONT KE MONT VALBUNDIù…

  23. Secondo l’ordinanza della “repubblica” di Valbondione, in auto no. Arrivi fino a Gandellino, poi salga a piedi sulla ciclabile in bici o a piedi.

  24. Di fronte a un’ordinanza regionale che esplicita chiaramente la possibilità di spostarsi in tutta la regione alcuni sindaci non si fanno scrupoli di vietarlo discriminando i cittadini lombardi che vivono in paesi non di montagna. Ovviamente ne pagheranno le conseguenze economiche anche le attività locali. Mi auguro che qualche operatore commerciale danneggiato da questi divieti faccia ricorso chiedendo il ristoro dei danni subiti.
    Poi ci pensarà la Corte dei Conti a chiedere ragione ai sindaci di tale comportamento !

    • Non ne penso proprio sig.Fabio …. sono un’operatrice commerciale nel paese di Valbondione e sicuramente non azzardero’ minimamente a chiedere rimborsi x il mancato arrivo dei turisti…. ma siamo matti???? Se il sindaco Romina ha deciso così ha fatto bene, anzi x il coraggio avuto merita un applauso!!!! Se salvaguardiamo da un possibile contagio il ns paese e la ns valle, già molto provato x le troppe vittime x COVID-19 , questo non può essere motivo di giudizio di critica, ma bensì di orgoglio , perché se tutti ci comportiamo da persone civili , rispettando luoghi e persone, sarà più probabile e forse più facile non tornare indietro di 2 mesi. Tutti abbiamo tremato, sofferto, combattuto e molto inorriditi x le persone morte x questo nemico invisibile…… e tutti, ripeto tutti, abbiamo il sacrosanto DOVERE di rispettare e convivere con la forza e la speranza perché non si ritorni indietro!!!!!! Meditiamo gente!!!!!

  25. Ok bene ottimo. Ma poi, che nessuno “pianga” li in zona, con il governo centrale, per crisi varie ed eventuali causate dal Covid!

    • Posso dirlo???? Abbiamo pianto già abbastanza……. penso che presto arriverà il momento di , asciugate le lacrime, riazare lo sguardo e guardare al domani con fiducia e speranza. Hanno fatto così i ns nonni, i ns padri …. faremo così anche noi….. La storia ha insegnato ad ogni tempo che dopo il temporale viene la quiete, e dopo la quiete il sole…… guardiamo avanti con fiducia mettiamoci il coraggio e la voglia di andare oltre perché il futuro sta a noi costruirlo, passo dopo passo , consapevoli che ci saranno tempi migliori!!!!✌✌

  26. Sarebbe bello sapere dalla giunta comunale della Stato repubblichino di Valbondione com’è andato il primo weekend ?? Nessuna segnalazione di vandalismo come a Vilminore (nona) a turisti ??

  27. Una cosa sicuramente positiva, é scaturita da questa decisione della giunta comunale di Valbondione. Forse l’unica, il constatare dai commenti qui pubblicati, che fortunatamente c’é ancora parecchia gente che apprezza la propria Libertà, e questo non é poco di sti tempi. Perché come disse Pietro Calamandrei, la libertà è come l’aria: ci si accorge quanto vale quando comincia a mancare.

LASCIA LA TUA OPINIONE

Please enter your comment!
Please enter your name here