Home Notizie Villa d’Ogna, medaglie d’onore per gli internati militari

Villa d’Ogna, medaglie d’onore per gli internati militari

La sindaca Angela Bellini con Alberto Fantoni

Quindici medaglie d’onore. Il 25 aprile a Villa d’Ogna è stato dedicato agli Internati militari. «Un gesto di riconoscimento per le sofferenze patite da alcuni nostri cittadini che, dopo l’8 settembre, dovettero subire l’internamento nei campi di concentramento tedeschi», ha spiegato la sindaca Angela Bellini.

Quasi tutte le medaglie sono state ritirate da famigliari. Tranne una. Alberto Fantoni, classe 1921 (compirà 100 anni ad agosto), era presente. Lui e il fratello Alessandro Guido (che non ha potuto esserci) sono gli unici ancora in vita. Il 27 gennaio 2020 ricevette il riconoscimento dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

«Queste medaglie venivano di solito consegnate il 27 gennaio o il 2 giugno dal prefetto – ha spiegato ancora la prima cittadina -. Purtroppo la pandemia ci ha obbligati a rinunciare a queste cerimonie. A gennaio ho ritirato io le medaglie e in occasione del 25 aprile abbiamo voluto organizzare un momento in paese, anche se ristretto a poche persone».

Alla cerimonia l’Amministrazione comunale ha invitato anche persone non residenti in paese, ma comunque parenti di internati originari di Villa d’Ogna. Di seguito i nomi delle persone a cui erano destinate le medaglie: Giuseppe Baratti Innocenti, Luigi Baronchelli, Bernardo Bellini, Guerino Censi, Costantino Colleoni, Alberto Fantoni, Alessandro Guido Fantoni, Pietro Legrenzi, Paolo Messa, Angelo Pelizzari, Ermenegildo Pezzoli, Cesare Romelli, Ermenegildo Tonolini, Francesco Venanzio Tonolini, Vittorio Zucchelli.

Le medaglie sono arrivate grazie all’attività di ricerca portata avanti da Maurizio Monzio Compagnoni, di Gazzaniga, da diversi anni impegnato a individuare gli internati militari della Val Seriana e della provincia di Bergamo.

Il servizio di Antenna2: