Home Notizie Nasce il Distretto dell’economia sociale e solidale (Dess)

Nasce il Distretto dell’economia sociale e solidale (Dess)

Venerdì 10 settembre presso la sede del Parco dei Colli in Valmarina si è tenuta l’assemblea costitutiva del nuovo Distretto dell’economia sociale e solidale (Dess), aperta ai soli soci fondatori, che ha approvato lo statuto ed eletto i propri organismi.

Domenica 19 settembre alle ore 10 sul Sentierone di Bergamo, all’interno del Festival della Sostenibilità, ci sarà l’investitura ufficiale del presidente e del vicepresidente che saranno i coordinatori del Dess per i prossimi tre anni e del coordinamento che li affiancherà.

All’incontro di domenica mattina, al quale sono invitati a partecipare i media del territorio, interverranno Jason Nardi, presidente della Rete Italiana dell’economia solidale; Francesca Forno, docente universitaria; Gianluigi Piccinini, Presidente dell’impresa Ressolar; il giornalista Diego Colombo; Francesco Perini dei Fridays For Future, Paolo Pelliccioli, sindaco di Mozzo.

La Bergamasca, definita la capitale dell’economia sociale e solidale – sia per la sua storia fatta di cooperazione e volontariato, sia per il numero di realtà che sono impegnate a produrre, consumare, amministrare, formare con attenzione ai valori della sostenibilità, dell’equità, della partecipazione e del rispetto della persona e del lavoro – oggi si dota di una rete associativa che nasce con l’obiettivo di rafforzare chi opera per un’economia, una cultura e una politica basate su questi valori.

Laddove le crisi economiche e sociali di questi anni hanno lacerato i tessuti delle comunità e dove si è perseguito un modello di sviluppo basato sullo sfruttamento del suolo, l’economia sociale e solidale ha lavorato per ricucire i rapporti tra persone e territorio, costruendo solidarietà e praticando uno sviluppo sostenibile: il Distretto dell’economia sociale solidale nasce per dare più forza a questa idea di società e alle reti che la sostengono e si inserisce nel percorso che negli ultimi ventiquattro mesi ha visto più di 9.000 persone firmare la proposta di legge di iniziativa popolare per chiedere a Regione Lombardia di riconoscere e sostenere le economie sociali e solidali.

Il DESS sarà la casa dell’economia sociale e solidale bergamasca, nasce per darle voce, forza e rappresentatività, per aiutare il nostro territorio a premiare la vocazione per un nuovo modello di sviluppo, per allargare lo spazio economico, culturale e politico di chi crede che questa prospettiva sia sempre più necessaria. Il distretto è costituto da donne e uomini, associazioni, imprese, cooperative, scuole, Comuni, gruppi che costruiscono ogni giorno l’alternativa, convinti che sia necessaria soprattutto oggi, dopo la pandemia, e che ciò che è successo sul nostro territorio, il luogo dell’occidente maggiormente colpito dal virus, carichi la nostra ripartenza di un valore universale. Mettersi insieme facendo alleanza per cambiare l’economia, la cultura, la politica sarà proprio il compito del Dess, una rete organizzata, aperta a chi ritiene di avere idee da condividere, a chi cerca sostegno per le proprie progettualità, a chi è disponibile a fare un pezzo di strada insieme con lo stile della condivisione e della partecipazione.

Mai più come prima e mai come ora: il paradigma dell’ecologia integrale e dello sviluppo sociale e solidale saranno al centro del nostro impegno, costruendo alleanze con le imprese, i produttori, i consumatori, gli enti locali, i luoghi della formazione, valorizzando ciò che esiste e mettendo in comune le competenze di ciascuno, promuovendo spazi di scambio delle buone pratiche, cercando il dialogo con le istituzioni per spingere verso scelte locali che premino la transizione ecologica, proponendo e stimolando percorsi di formazione e informazione per cambiare nel concreto la realtà sociale ed economica.

Nei mesi scorsi il percorso verso il Dess è stato promosso da diverse realtà: Bio‐Distretto dell’Agricoltura Sociale di Bergamo, Associazione Mercato&Cittadinanza, Rete Cittadinanza Sostenibile, Cesc UniBg, Confcooperative, Solidarius Impresa sociale, Csa Coesi Cooperativa sociale , Associazione Rete GAS Bergamo, Il Sole e la Terra società cooperativa prodotti biologici s.r.l ‐ Amandla Cooperativa Sociale di solidarietà, MAG 2 Finance cooperativa finanziaria solidale), Pandemonium Teatro Società Cooperativa Sociale O.N.L.U.S., Associazione Generale di Mutuo Soccorso, Circolo Legambiente, Associazione La Terza Piuma, Edoomark s.r.l. Impresa Sociale, Ist.I.S. Mario Rigoni Stern Bergamo, RESSOLAR s.r.l., Cooperativa Ruah Impresa sociale, Associazione Etica Sviluppo Ambiente Adriano Olivetti. All’atto della fondazione i soci che daranno vita al Dess sono più che raddoppiati, rappresentando pienamente i diversi territori della provincia di Bergamo e le diverse tipologie di impegno economico, culturale, politico che credono in un diverso modello di sviluppo.

Chi fosse interessato a conoscere e ad impegnarsi sui temi che saranno oggetto delle attività del Dess e a sostenere l’economia sociale e solidale sul proprio territorio può scrivere alla mail dess.bergamo@gmail.com. Sono inoltre attive le pagine facebook DessBg e quella Instagram dessbg1.

Nei mesi di ottobre e novembre e dicembre si terranno degli incontri territoriali per presentare la nuova rete e verranno lanciati i forum della formazione e degli enti locali.

Nei prossimi giorni comunicheremo i nominativi degli organismi eletti.