Home Notizie Medici a Castione: sinergia tra ATS Bergamo, Comune e Croce Rossa

Medici a Castione: sinergia tra ATS Bergamo, Comune e Croce Rossa

Il municipio di Castione della Presolana

Da domani, 31 dicembre 2021, nel Comune di Castione della Presolana, due medici titolari di medicina generale cesseranno la loro attività, in aggiunta alla cessazione di un altro medico avvenuta il 28 di novembre nello stesso ambito territoriale di riferimento.  ATS Bergamo, in continua e stretta collaborazione con il Sindaco di Castione, avuta comunicazione delle dimissioni da parte dei medici si è attivata al fine di trovare una soluzione per l’assistenza ai loro pazienti, mettendo in campo tutte le azioni possibili previste dalla normativa vigente.

Ad oggi, in sostituzione di uno dei medici, si è riusciti a inserire un medico titolare, corsista di medicina generale che pertanto, visti gli impegni della scuola, può prendere in carico 650 assistiti, e un medico con incarico provvisorio che si farà carico dei restanti assistiti.  Per i due medici che cesseranno domani continuano le ricerche di medici disponibili alla sostituzione oppure a svolgere turni di Continuità Assistenziale Diurna. Tuttavia, viste le difficoltà causate dalla carenza nazionale di queste figure professionali, si sono ricercate altre modalità e, in particolare, è stato predisposto un progetto di assistenza ai cittadini privi di medico.

“ATS Bergamo, per garantire l’assistenza medica necessaria ai cittadini di Castione della Presolana, ha predisposto con la collaborazione della Croce Rossa Italiana un servizio temporaneo di assistenza telefonica medica, creando un anello di raccordo tra le necessità dei pazienti e la rete sanitaria territoriale – entra nel dettaglio il direttore generale di ATS Massimo Giupponi – Il servizio permette di vicariare il territorio scoperto come assistenza primaria da inizio gennaio. Questo consente di connettersi telefonicamente alla Centrale Operativa della Croce Rossa Italiana, con la quale gli operatori medici CRI prendono in carico i cittadini con necessità di assistenza sanitaria”.  

Il medico CRI, raccolti i dati sanitari necessari, può procedere alla redazione di certificati, alla prescrizione dei giorni di malattia o dei farmaci già assunti per malattia cronica, permettendo al cittadino il ritiro dei farmaci direttamente in farmacia. Il medico può effettuare sorveglianza e monitoraggio telefonico ai pazienti e attivare, se necessarie, visite mediche o infermieristiche al domicilio. Questo servizio permetterà di garantire temporaneamente un accesso sanitario di base ai cittadini di Castione, altrimenti privi di assistenza dal prossimo gennaio“, conclude Giupponi.

 “L’Amministrazione Comunale è da tempo in contatto con ATS Bergamo per monitorare costantemente il problema del pensionamento di due medici di base su tre del nostro Comune e della loro sostituzione – dichiara il Sindaco di Castione della Presolana Angelo Migliorati – E’ una situazione molto grave e che ha gravi ripercussioni sul diritto alla salute dei nostri Cittadini. ATS Bergamo si è prontamente attivata, scontrandosi con la generale carenza di medici. Il Comune è disponibile da subito, nel limite delle proprie competenze, a supportare ATS Bergamo per ogni progetto risolutivo, di breve e di lungo periodo, che porti celermente ad una soluzione di questa problematica. L’assoluta priorità va data all’urgente garanzia di assistenza sanitaria delle persone più fragili, che necessitano della costante presenza fisica del medico. Continuiamo a lavorare giorno per giorno a fianco di ATS Bergamo per dare pronta soluzione a questa carenza”.   

Secondo Gabriele Cortesi, presidente del Distretto Bergamo Est: “La carenza dei MMG sta generando davvero grosse difficoltà specialmente alle popolazioni delle aree di montagna. Crediamo che lo sforzo di ATS di coinvolgere la Croce Rossa sia uno sforzo importante e che la sinergia tra ATS e Comune di Castione possa tamponare la situazione, ma nello stesso tempo credo che sia necessario che a livello governativo il tema della carenza di MMG venga preso in seria considerazione nel più breve tempo possibile. Perché la situazione sta assumendo dimensioni inaccettabili”.