Notizie

A Villa d’Ogna una mostra racconta le due guerre mondiali

Una mostra che parla di guerra, ma che vuole soprattutto raccontare una comunità. L’oratorio di Villa d’Ogna ospita in questi giorni “Incroci”. Tutto è nato in occasione del centenario dello scoppio del primo conflitto mondiale, ma l’iniziativa si è allargata fino al 1944 e a giorni molto particolari. Quelli del luglio 1944, dell’incendio di Valzurio. Episodi che coinvolsero anche la comunità di Villa d’Ogna. Su quel periodo è stato fatto un prezioso lavoro di ricerca che ha portato a raccogliere anche ricordi e testimonianze di chi quei giorni li ha vissuti. Racconti che si possono vedere e ascoltare negli spazi della mostra.
L’iniziativa è stata promossa dal “Vdo Art Goup”. “Abbiamo iniziato la nostra attività l’anno scorso con la prima Settimana dell’arte a Villa d’Ogna – spiega uno dei componenti, Tommy Bonicelli –. La nostra finalità è partire da un momento culturale, una mostra come questa piena di racconti immagini, ricordi, legati al periodo tra le due guerre mondiali. Ci è sembrato un ottimo tema per iniziare un discorso che riguarda la comunità. Un tema che ci permette di scoprire legami tra famiglie e territorio e approfondire un periodo storico particolare, per non dimenticare, per renderci conto che si tratta un passato prossimo molto reale. Speriamo che questo possa essere un momento di riflessione importante per tutta la comunità”.
Gli spazi espositivi sono suddivisi in zone tematiche. Si va da una sala dedicata ai curati di Villa d’Ogna durante le due guerre ad un’altra che ospita fotografie e medaglie di chi è stato al fronte. Ci sono poi stanze dedicate ai fanti e agli alpini, alla banda e alla corale.

Condividi su:

Continua a leggere

Ad Albino apre l’ostello della Ripa, ma è scontro col Comune
Clusone Jazz 2015, il gran finale in Piazza Orologio