Home Notizie L’Albergo Ardesio si rinnova all’insegna della natura

L’Albergo Ardesio si rinnova all’insegna della natura

Una storia di oltre un secolo e la capacità di guardare avanti. L’Albergo Ardesio si presenta da alcuni giorni con una veste in parte rinnovata, grazie ai lavori che hanno riguardato la reception, il bar e tutta la sala ristorante.

Nei locali rimessi a nuovo spiccano materiali come il legno e la pietra, il corridoio rappresenta un bosco stilizzato. «Abbiamo voluto portare all’interno dell’albergo la natura e il nostro territorio», spiega Romina Fornoni, che con la sorella Neomi e la mamma Annunciata Morstabilini porta avanti la tradizione di famiglia.

Siamo ormai alla terza generazione. L’albergo fu rilevato nel 1968 dal nonno Giorgio (la struttura ne porta ancora il nome). L’attività venne in seguito portata avanti dai figli Pasquale, Alberto, Damiano e Giovanni (l’unico rimasto). Ora il timone è saldamente in mano a tre donne, che hanno voluto dedicare quest’ultimo intervento a chi le ha precedute. «Stiamo facendo il possibile per mandare avanti quello che loro hanno creato», sottolinea Romina Fornoni.

L’albergo conta più di 40 posti letto, ma è molto conosciuto anche come ristorante e fa dei pranzi di nozze una delle sue attività principali. La struttura ha una storia di oltre un secolo: venne costruita ad inizio Novecento dalla famiglia Maninetti.

Per l’inaugurazione dei locali rinnovati è stata organizzata una festa. Al taglio del nastro erano presenti anche il sindaco di Ardesio Yvan Caccia, il senatore Nunziante Consiglio, il luogotenente della Guardia di finanza di Clusone Renzo Murgia, il presidente della Pro loco Simone Bonetti. Il parroco don Guglielmo Capitanio ha provveduto alla benedizione.

1 COMMENTO

  1. È l’unico sistema per andare avanti; bisogna investire e rinnovarsi, non imboscare sempre il gruzzoletto e poi piangere come fanno taluni aspettando sempre l’aiuto di qualcuno, enti pubb etc. Quelli del Giorgio già da parecchio l’hanno capito. Bravi!

LASCIA LA TUA OPINIONE

Please enter your comment!
Please enter your name here