Home Notizie Elezioni, a Darfo non si andrà al ballottaggio

Elezioni, a Darfo non si andrà al ballottaggio

Con più di 15 mila abitanti Darfo era tra i comuni dove per scegliere il sindaco poteva essere necessario il ballottaggio. Invece, non ce ne sarà bisogno. Le elezioni amministrative si sono risolte al primo turno.

A vincere, con il 51% dei voti e quindi oltre la maggioranza assoluta dei voti validi, è stato il primo cittadino uscente Ezio Mondini, sostenuto da una lista civica. Sono stati 3837 gli elettori che hanno votato per lui. Distanti gli altri due candidati. Gianpaolo Rossi, sostenuto tra gli altri da Lega Nord e Fratelli d’Italia, ha ottenuto il 30,85% con 2321 voti. Fabio Bianchi, appoggiato da Forza Italia e da liste civiche, ha superato di poco il 18% con 1365 voti.

A Darfo ha votato il 66,90% degli aventi diritto (7754 elettori su 11590). Le schede bianche sono state 42, 183 le nulle. Scorrendo i consensi delle singole liste, “La Civica” che sosteneva Ezio Mondini ha raccolto il 50,62% (3538 voti). Per quanto riguarda le liste collegate a Gianpaolo Rossi, il centrodestra ha ottenuto il 20,06 (1402 voti), Città Nuova il 7,35% (514 voti), Basta Tasse il 3,5 (245 voti). Concludendo con Fabio Bianchi, Forza Italia ha raccolto il 7,14% (499 voti), Per la nostra città il 5,91% (413 voti), Bene Comune il 5,39% (377 voti).

Nel nuovo Consiglio comunale La Civica avrà 10 seggi, 2 il Centrodestra, uno ciascuno Città Nuova e Forza Italia. In Consiglio entrano di diritto anche i due candidati sconfitti.

 

LASCIA LA TUA OPINIONE

Please enter your comment!
Please enter your name here