Home Notizie Scienze della Formazione Primaria, esteso il numero di posti a Bergamo

Scienze della Formazione Primaria, esteso il numero di posti a Bergamo

L’Università degli Studi di Bergamo aumenta il numero di posti disponibili per il primo anno del corso di Laurea Magistrale a ciclo unico in Scienze della Formazione Primaria per l’anno accademico 2017/2018, passando da 45 a 115 posti.

Posticipato anche il termine per l’iscrizione al test di ammissione, fino alle 12 di venerdì 8 settembre, a cui seguirà la prova prevista per il 15 settembre alle 11 nella sede universitaria di via dei Caniana, 2, con convocazione alle 9.15. 

Nei 150 minuti del test i candidati dovranno risolvere quesiti che verificheranno le loro competenze linguistiche e di ragionamento logico, oltre alle conoscenze nell’ambito della cultura letteraria, storico-sociale, geografica e matematico-scientifica.

L’aumento dei posti disponibili per questo corso di studi dal taglio innovativo accordato dal MIUR è un grande risultato per la nostra Università – spiega il Rettore Remo Morzenti Pellegrini – che vede riconosciuto il valore e l’unicità di questo percorso e che può rispondere con un maggior numero di figure professionali alle molteplici richieste del territorio. Come molti altri nostri corsi, anche questo riflette il modello didattico UniBg: internazionalizzazione, interdisciplinarità e legame con il mondo del lavoro, un mix vincente per formare insegnanti aperti, competenti e aggiornati”

Giunto al suo secondo anno di attivazione, il corso di Scienze della Formazione Primaria è strutturato su cinque anni a ciclo unico e abilita alla professione di insegnante per le scuole primarie e per le scuole dell’infanzia e garantisce accesso diretto al concorso nazionale, senza altri corsi di formazione.

Una forte matrice pratica, con focus sulla didattica è tra gli elementi distintivi di questo corso, che prevede un’alternanza tra università e ambiente scolastico, oltre a periodi all’estero per studio o esperienze lavorative.

Una particolare e specifica attenzione è dedicata ai maestri non laureati, che da anni prestano servizio e desiderano approfondire la loro preparazione. La loro esperienza lavorativa sarà infatti riconosciuta ai fini del percorso universitario e le attività di tirocinio si svolgeranno nelle loro stesse sedi, oltre a riconoscere la loro professionalità con la possibilità di fare da tutor agli altri studenti, creando un contesto dinamico e stimolante di confronto e apprendimento.

LASCIA LA TUA OPINIONE

Please enter your comment!
Please enter your name here