Home Notizie Semaforo a Gromo, la sindaca risponde ai dubbi

Semaforo a Gromo, la sindaca risponde ai dubbi

Ha fatto discutere prima ancora di essere attivato, il nuovo semaforo sulla provinciale a Gromo. Già durante i lavori per l’installazione, alcuni cittadini si sono lamentati. Acceso ieri (venerdì 11 agosto), ora l’impianto è alla prova dei fatti.

I lavori sono iniziati a fine giugno. Il semaforo è stato collocato all’incrocio tra via Papa Giovanni, via Locatelli e via don Carminati, nei pressi della farmacia. Il traffico viene regolato attraverso dei sensori di prossimità. Normalmente sulla provinciale la luce è verde. Solo quando qualcuno si avvicina all’incrocio dal centro storico o dalla chiesa scatta il rosso sulla strada principale. Per i veicoli è così possibile immettersi in sicurezza, soprattutto per chi dal centro storico si dirige verso Bergamo, manovra che costringe ad invadere la corsia opposta. L’impianto è dotato anche di chiamata pedonale per accendere il rosso sulla provinciale e attraversare in sicurezza.

Non tutti sono però convinti dell’utilità del semaforo. «Purtroppo, durante questo periodo di lavori, ho sentito qualcuno che molto superficialmente ha detto: “Non serve a niente, non è mai successo niente” – afferma la sindaca Sara Riva -. Ma l’amministrazione ha ravvisato la necessità di intervenire proprio per evitare che potessero verificarsi degli incidenti. Il fatto che non fossero mai accaduti non esclude la pericolosità e quindi è bene intervenire prima che succeda qualcosa anche di grave».

La prima cittadina mette l’accento anche sulla sicurezza dei pedoni. «Credo non si debba dimenticare che si tratta di una zona parecchio frequentata, anche per la presenza nelle vicinanze della chiesa, del cimitero, dell’oratorio e della farmacia. Una zona dove tra l’altro passano parecchi bambini». Sara Riva ribadisce, da parte dell’amministrazione, anche la disponibilità ad intervenire nel caso il nuovo semaforo dovesse generare problemi.

«Voglio precisare un’ultima cosa: il rosso non scatta per la velocità dei veicoli. Questo non è assolutamente un invito a correre. Anzi, la Polizia locale effettuerà dei controlli e quindi bisognerà fare attenzione. Ribadisco, però, che il semaforo diventa rosso quando ci sono dei pedoni che devono attraversare o veicoli impegnati in manovra».

Il servizio di Antenna2:

E tu cosa ne pensi?