Home Notizie Premolo e Camerino celebrano il gemellaggio

Premolo e Camerino celebrano il gemellaggio

Gemellaggio Premolo-Camerino, il gruppo di Camerino in visita in Alta Valle Seriana

Bella cerimonia questa mattina a Premolo: in municipio alla presenza dei rappresentanti delle amministrazioni comunali, delle associazioni e delle parrocchie è stato stretto ufficialmente il rapporto di gemellaggio tra il Comune dell’Alta Valle Seriana e la Città di Camerino (in provincia di Macerata, Marche).

Un percorso iniziato un anno fa, quando la comunità di Premolo si è mobilitata a seguito delle scosse sismiche del 24 agosto e 20 ottobre 2016 che hanno colpito l’importante città marchigiana, sede di una tra le università più antiche del mondo.

«Dopo i passaggi nei due consigli comunali ora siamo alla cerimonia comune – ha detto il sindaco di Premolo Omar Seghezzi -, occasione che noi viviamo in concomitanza con le celebrazioni per il patrono Sant’Andrea Apostolo. Siamo molto emozionati e grati a tutte quelle persone che hanno reso possibile questo rapporto di amicizia».

Foto di gruppo per gli amministratori dei due comuni

«Un gemellaggio voluto dai cittadini – ha detto Roberto Lucarelli il vicesindaco del Comune di Camerino – nato dai ragazzi, da un momento di vicinanza per noi in un’occasione di grande difficoltà. Voglio ringraziare Premolo e il Sindaco. È nata un’amicizia spontanea nata dal basso. La Città di Camerino vive con gioia questo gemellaggio. Qui sono sorti prima la solidarietà, il coinvolgimento della gente e poi sono arrivate le istituzioni. Non c’è niente di più bello di vedere le persone diventare protagoniste».

Il parroco di Premolo don Gianluca Colpani e il collega di Camerino don Marco Gentilucci.
Il futuro del rapporto passa dalle parrocchie

Durante la cerimonia di questa mattina gli amministratori hanno annunciato che nelle prossime settimane nelle giunte dei comuni sarà conferito alle parrocchie l’incarico di dare continuità al rapporto di gemellaggio. Alle parrocchie va riconosciuto il merito di essersi mobilitate sin dalle prime occasioni di contatto per rendere più salde le collaborazioni.

Da sinistra: Omar Seghezzi, Roberto Lucarelli e Antonella Nalli, assessore ai Servizi Sociali di Camerino.

 

LASCIA LA TUA OPINIONE

Please enter your comment!
Please enter your name here