Home Notizie Shopping all’isola ecologica, in 13 nei guai

Shopping all’isola ecologica, in 13 nei guai

L’isola ecologica comunale di Darfo Boario Terme è finita al centro di un’indagine della magistratura. Tredici persone sono state iscritte nel registro degli indagati. Sono accusate di furto aggravato in struttura pubblica e abuso di prestazione d’opera. Tra gli indagati ci sono sei dipendenti del Comune.

Come riporta Brescia Oggi, il centro di raccolta rifiuti era diventato una sorta di supermercato a cielo aperto in cui fare shopping. Questo anche grazie alla compiacenza di due lavoratori della cooperativa che ha in gestione la struttura. Gli inquirenti hanno accertato una ventina di episodi.

Le persone finite sotto inchiesta entravano, sceglievano accuratamente la merce che portavano poi a casa. Soprattutto elettrodomestici, materiale ferroso ed elettrico. Questi materiali di scarto non possono essere asportati dal luogo dove si trovano per essere riciclati o smaltiti. Da qui l’accusa di furto.

Le indagini, partite dopo una serie di segnalazioni, sono state svolte dalla Polizia locale di Darfo Boario Terme.

2 COMMENTI

  1. Questa poi!!!! Si invitano i cittadini a riciclare oggetti e rifiuti. Ora si scopre che chi ricicla non può farlo. Nel senso che se porti un elettrodomestico in discarica, non può essere riutilizzato da altri. Ma davvero esiste una regola che lo proibisce? Sarebbe un controsenso, come quello che un tempo proibiva ai panificatori di regalare il pane non consumato in giornata. ASSURDITA’ CHE SOLO IN ITALIA STA IN PIEDI. Ovvio che la legge è stata fatta per favorire chi ritira queste scarti che vengono pagati dai cittadini e che si vedono tolti dei compensi. FERMATELI QUESTI ASSURDI COMPORTAMENTI.

    • Ovvio SI. Qualcuno GUADAGNA parecchio con i nostri”scarti”,e le nostre tasse sui rifiuti dovrebbero diminuire con il riciclo dei vari materiali ma ciò non accade.
      Come mai? Hi hi hi hi hi hi lè öna storia ègia.

LASCIA LA TUA OPINIONE

Please enter your comment!
Please enter your name here