Home Gente che lavora 50 anni di storia e tradizione per l’Albergo Ardesio

50 anni di storia e tradizione per l’Albergo Ardesio

Sponsorizzata

La famiglia Fornoni al completo

Spegne 50 candeline l’albergo ristorante «Ardesio – Da Giorgio», attività sita nel cuore di Ardesio, nelle mani oggi dalla terza generazione della famiglia Fornoni. Era il lontano 1968, quando Giorgio Fornoni insieme alla moglie Petronilla lasciò la piccola osteria con bottega che gestiva nella contrada di Piazzolo, per rilevare il «Grande Albergo Ardesio», storica attività del paese attiva da inizio Novecento.

Ebbe così inizio l’avventura, che oggi proseguono con passione Romina e Neomi, nipoti di Giorgio, affiancate dalla mamma Annunciata e dalle rispettive famiglie. Una realtà dinamica, e in continuo cambiamento che negli anni ha più volte cambiato faccia, e dove storia, tradizione ed innovazione sono legate da un filo indissolubile.

Nei primi mesi del 2017 il bar ed il ristorante sono stati oggetto di una ristrutturazione, che ha completamente cambiato lo fisionomia del locale, rendendo omaggio alla natura incontaminata che contraddistingue il territorio di Ardesio.

I materiali, le immagini e le forme che hanno dato vita ai diversi angoli del locale richiamano infatti l’acqua, con il torrente «Rino» che scorre proprio ai piedi della struttura, il verde dei prati ed il calore del legno ed i boschi dal quale Ardesio è incorniciata.

Entrando inoltre si respira un profumo ed un’essenza particolare. Lo staff ha deciso infatti di creare un vero e proprio logo olfattivo, che più risponda al carattere ed alla personalità del locale. «Sembra ieri quando ad aprile 2017 abbiamo tagliato il nastro – racconta Romina Fornoni -, ed è passato già un anno. Questa è la nostra casa».

Vi è un’altra particolarità che caratterizza la realtà di «Da Giorgio», ed è legata alla produzione di salumi. Giorgio Fornoni, conosciuto con il «Ferla» era infatti noto per la produzione di pancetta, testina, lardo, zampone, prosciutto crudo ed altri salumi.

Alla sua morte, uno dei figli, provò a portare avanti l’eredità lasciata dal padre ma non era semplice conciliare l’attività con la professione di ristoratore, e così andò persa. Qualche anno fa la storia della famiglia Fornoni si intreccia casualmente con quella della famiglia Galli di Martinengo, con Mirko, marito di Romina, che eredita l’arte della produzione di salumi dal padre e riprende così anche la tradizione di nonno Giorgio.

Nell’aprile 2014 viene così presentata la nuova linea di salumi «Atelier Da Giorgio Maison dei Sapori», portando di nuovo in tavola l’arte del salume fatto come una volta.

Saranno i piccoli di casa, Giulia e Simone, a portare avanti la tradizione di famiglia? Chi lo sa, nel frattempo buon compleanno e cento di questi giorni! Per informazioni telefonare al numero 0346.33073 oppure visitare il sito www.albergoardesio.com.

1 COMMENTO

  1. Ricordo ancora il Ferla quando portava da mangiare ai suoi maiali per l’ingrasso,vicino Piazzolo aveva la sua porcilaia.
    Quanti anni sono trascorsi,com’è cambiato il Giorgio dalla Trippa al restaurant.
    Investimenti coraggiosi,rinnovi,nuove leve,complimenti ragazze siete uno degli orgogli di Ardesio.

LASCIA LA TUA OPINIONE

Please enter your comment!
Please enter your name here