Home Notizie Impianti sportivi, arrivano contributi in Val Seriana e Val di Scalve

Impianti sportivi, arrivano contributi in Val Seriana e Val di Scalve

È stata ufficializzata la graduatoria del secondo bando regionale per il rinnovo degli impianti e l’acquisto di nuove attrezzature sportive. Hanno partecipato 152 comuni lombardi che hanno presentato progetti per ottenere gli oltre 3 milioni di euro che la Regione ha stanziato come cofinanziamento a fondo perduto.

«Questo è solo il primo dei diversi bandi che la Regione Lombardia e l’assessorato allo Sport hanno emesso per dare un aiuto concreto allo sport di base. Entro poche settimane 40 nuovi progetti prenderanno il via in altrettante realtà territoriali», ha detto l’assessore allo Sport e Giovani, Martina Cambiaghi.

«Abbiamo deciso di andare concretamente incontro ai Comuni lombardi – ha sottolineato Cambiaghi – rispondendo a una precisa richiesta che mi è arrivata da tante realtà del territorio nei primi mesi del mio mandato. La mia attenzione è quella di dedicare sempre più progetti e finanziamenti agli impianti sportivi perché sono il luogo principe dove si pratica sport. È difficile pensare che i ragazzi possano fare attività sportiva in un ambiente non a norma, non idoneo e con attrezzature inadeguate e malandate».

In provincia di Bergamo sono stati finanziati sette progetti. I Comuni dovranno coprire il 20% dei costi degli interventi. «L’assessorato allo sport ha messo in campo questo bando, ma sono certo ne seguiranno altri per poter riuscire a rispondere a tutte le esigenze – commenta il consigliere regionale Paolo Franco -. In questo modo andiamo direttamente incontro alle esigenze dei comuni lombardi, sosteniamo lo sport nelle nostre comunità che è un importante collante sociale che vive anche grazie a tantissimi volontari».

Tra i sette progetti finanziati in Bergamasca, quattro riguardano il nostro territorio. A Ranica arriveranno 420 mila euro per la ristrutturazione degli spogliatoi del centro sportivo tennis (abbattimento delle barriere architettoniche, adeguamento sismico, efficientamento energetico, messa a norma e messa in sicurezza). A Premolo 27.559 euro per una tribuna. A Schilpario 26.944 euro per l’acquisto di arredi e attrezzature per il centro sportivo Santa Elisabetta. Ad Alzano Lombardo, infine, 19.200 euro per l’acquisto di attrezzature sportive.

LASCIA LA TUA OPINIONE

Please enter your comment!
Please enter your name here