Home Notizie “Il diritto di nascere, senza dover fare i pendolari”

“Il diritto di nascere, senza dover fare i pendolari”

Il nido, ormai chiuso, dell'ospedale di Piario

Fa ancora discutere, la chiusura del punto nascita di Piario. Riceviamo e pubblichiamo questa lettera di Walter Semperboni, di Lizzola.

Spettabile Redazione,

questa mia augurandomi la pubblicazione, per ribellarmi a certi scienziati che dall’alto delle loro conoscenze, vorrebbero togliere a quelle piccole Comunità, che poco o nulla oramai hanno da farsi saccheggiare, pure il diritto alla salute.

Il Dottor Giuseppe Remuzzi, in un’intervista al Corriere della Sera, come ricetta per migliorare la sanità avrebbe individuato il tutto nell’incentivo per i medici ed udite udite, nella chiusura dei piccoli Ospedali.

Se il tutto non bastasse il giornalista ponendogli la domanda di come valutasse la protesta inscenata per la chiusura del reparto maternità dell’Ospedale di Groppino, questi rispondendo dice come abbia destato in lui una pessima impressione, aggiungendo come non ci fosse nessuna valida ragione teorica per tenere aperto a Piario.

Io la valida ragione la scorgo nei km di distanza tra Lizzola e il primo reparto di maternità ubicato in quel di Alzano,ben 52,8 e nel tempo di percorribilitá stimato da Google, ben 1 ora e 2 minuti, senonché questo motore di ricerca non sappia quanto sia trafficata questa strada e in molte giornate zeppa di incidenti stradali, risultando il calcolo molto in difetto.

Mi chiedo purtroppo se la tragedia occorsa ad una famiglia di Clusone potesse essere evitata, se fosse stato ancora aperto il reparto maternità di Groppino? Porgendo le mie più sincere condoglianze ai genitori ed a tutti i loro cari, vorrei ricordare allo Scienziato e a tutti quei politici che teorizzando come il sopracitato reparto fosse superfluo, che pure Noi Montanari abbiamo il diritto di nascere, senza dover fare i pendolari già nel grembo della madre, e come pure abbiamo il diritto di vivere dignitosamente e loro agevolare il tutto e non solo prometterlo nell’approssimarsi del voto.

Ringraziando

               Walter Semperboni

4 COMMENTI

  1. Vero..mi dispiace troppo per quello che è successo..
    Sono vicina a questa famiglia e mi auguro che la regione abbia il coraggio di riaprire il Punto Nascita.
    Mi auguro che non debba succedere più niente del genere,che poi di preciso ancora non ho capito cosa è successo al piccolo bimbo,ma almeno la mamma poteva essere soccorsa prima se il P.N. di Piario era ancora attivo..

  2. Appunto i politici che teorizzano…
    E chi sono i politici teorizzanti ed al potere ora, sia in regione che alla guida del nostro attuale governo caro Walter?

    • Sono tanto vicina a quei genitori per il grande dolore. Speriamo nn succedano più queste tragedie…purtroppo le strade della Val Seriana saranno ancora intasate dal traffico…

LASCIA LA TUA OPINIONE

Please enter your comment!
Please enter your name here