Home Notizie Frana in Alta Valle Seriana, iniziati i lavori

Frana in Alta Valle Seriana, iniziati i lavori

In Alta Valle Seriana questa mattina, intorno alle 7, con l’arrivo della relazione geologica richiesta dalla Provincia di Bergamo, sono iniziati i lavori per la messa in sicurezza del versante interessato dalla frana che sabato ha interrotto la strada provinciale tra Ardesio e Gromo.

Sulle pareti sono saliti operai rocciatori che hanno dato il via alle operazioni di disgaggio dei massi instabili, al taglio della vegetazione e alla realizzazione di fori per l’insediamento delle micro cariche. Il materiale esplosivo occorrerà per la bonifica del versante.   

Operai rocciatori durante l’intervento di oggi

Oggi i sindaci di Ardesio, Valgoglio, Gandellino, Gromo e Valbondione hanno scritto a più enti. «Per la viabilità questa mattina – spiega la prima cittadina di Gromo Sara Riva – hanno abbiamo messo a disposizione agenti di polizia locale di Gromo e Valbondione. Abbiamo scritto alla Prefettura per chiedere supporto delle forze dell’ordine nella gestione del traffico e una deroga ai volontari di Protezione Civile. Chiediamo che possano supportare le forze dell’ordine nella gestione della viabilità. Abbiamo inoltre inviato una comunicazione a tutte le forze dell’ordine per coinvolgerle nei prossimi giorni con la viabilità. Siamo riusciti a organizzare la gestione del transito dei veicoli con i seguenti orari: dalle 6 alle 10 con gli agenti di polizia locale e dalle 16.30 alle 20 con la polizia provinciale».

La strada in località Bani
Si attende l’incontro di giovedì

«Questa organizzazione continuerà fino a giovedì – continua Riva -, quando dovremmo riaggiornarci dopo l’incontro in programma nella mattinata. Dal confronto con tutte le parti coinvolte capiremo se ci sarà la possibilità di avere aperture temporanee o se diversamente sarà necessario ricorrere alla viabilità alternativa. In questo caso resta importante coprire anche le fasce orarie al momento scoperte dal servizio di viabilità»

Si cerca una soluzione per il trasporto pubblico

«Come sindaci di Gromo, Gandellino, Valbondione e Valgoglio – continua Sara Riva -abbiamo inoltre inviato una comunicazione a Sab, a supporto della lettera mandata dagli studenti e dalle loro famiglie, affinché si trovi una soluzione, considerando anche i disagi e i costi che gli utenti del nostro territorio devono affrontare».

La prima cittadina lamenta tuttavia “la mancata gestione unitaria a livello sovracomunale”. «Come al solito – afferma Riva – tutto è stato delegato ai comuni. Noi abbiamo messo l’impegno, ma è evidente che non sempre abbiamo risorse e mezzi necessari. Non è mancato invece il supporto della politica, sia dei rappresentanti di Regione Lombardia, sia del Parlamento. Sono numerose le lettere inviate con cui sono state richieste risorse e deroghe»

La frana tra Ardesio e Gromo

6 COMMENTI

  1. Ammiravo la prima bella fotografia panoramica del vostro articolo, insieme alla nuova frana di questi giorni si può vedere anche la “cava della Madonna” di Ardesio poche decine di metri più a valle del nuovo smottamento in questione, ma tale cava é ancora in funzione, cioè qualcuno ci estrae ancora materiali?

  2. A Vilminore di Scalve è in sosta tutto l’anno, 24 ore su 24 un Elicottero noleggiato dalla Regione Lombardia che è a disposizione del Presidente per ogni eventuale esigenza di trasporto di persone e altro. Suggerisco alle autorità del’Alta Valle Seriana e soprattutto alle aziende che devono effettuare rifornimenti di materie prime oppure devono consegnare merci al di fuori della zona, di chiedere di utilizzare questo trasporto in elicottero. L’elicottero fermo costa già una fortuna. Forse è il caso di utilizzare per qualcosa di importante e di utile.
    Fatelo sapere.

  3. Tutto questo, diciamolo tutti era meglio che non fosse accaduto. Ora il mio pensiero è questo. Il problema è grosso. Allora facciamo bene tutti i controlli e sistemiamo bene il tutto anche se serve tempo. Nel frattempo si può pensare anche a un ponte militare. Sappiamo bene tutti che era già stato fatto a Gandellino dando la possibilità a chi lavorava di gestire bene la cosa ed è stato un lavoro doc. Che ne dite del mio suggerimento? Grazie. Buon Lavoro

  4. Dicono che la strada per il prossimo fine settimana dovrebbe riaprire…lunedì faranno brillare delle cariche esplosive per fare scendere a valle i massi pericolanti e poi stanno costruendo un muro di roccia protettive che dovrebbero fermare eventuali massi che scendono a valle

LASCIA LA TUA OPINIONE

Please enter your comment!
Please enter your name here