Home Notizie Addio Sandrino, mancherai a tutti

Addio Sandrino, mancherai a tutti

Sandrino Savoldelli

Clusone piange la scomparsa di Alessandro Savoldelli. Tutti lo chiamavano Sandrino: era una persona molto conosciuta e benvoluta nella cittadina. La notizia della sua morte ha commosso tanti.

Se ne è andato nella notte, a 64 anni. Fino a poco tempo fa era ancora possibile incontrarlo mentre girovagava lungo le vie di Clusone. Era amico di tutti, si fermava spesso a chiacchierare con le persone che incontrava. Curioso, attento a quello che accadeva nel mondo, interessato anche di cultura. Capitava che commentasse le ultime vicende politiche o parlasse di filosofia. Quando a Clusone era stata presentata la lettera “eretica” di Galileo aveva voluto conoscere l’autore della scoperta, il professor Salvatore Ricciardo dell’Università degli studi di Bergamo.

Sandrino con don Nicola Morali e gli autori della scoperta

A fine 2017 Sandrino era stato investito da un’auto in viale Gusmini. Era stato ricoverato in gravi condizioni all’ospedale Papa Giovanni di Bergamo. Da quell’incidente si era poi ripreso ed era tornato a passeggiare per le vie di Clusone.

Negli ultimi giorni le sue condizioni di salute si sono aggravate, fino al decesso. Da tempo era ospite della Fondazione Sant’Andrea, dove è stata allestita la camera ardente. Il funerale sarà celebrato sabato 15 giugno alle 14,30 nella Basilica di Clusone.

1 COMMENTO

LASCIA LA TUA OPINIONE

Please enter your comment!
Please enter your name here