Home Notizie Gandellino, un altro masso cade sulla provinciale

Gandellino, un altro masso cade sulla provinciale

Due massi in quattro mesi bastano a far scattare l’allerta. Soprattutto se cadono su una provinciale. Succede a Gandellino, nel tratto di strada che dal paese porta verso Gromo San Marino. Il primo episodio si è verificato il 25 aprile, il secondo ieri (lunedì 26 agosto). A pochi metri di distanza l’uno dall’altro.

«Dopo i massi caduti in primavera, di cui uno molto voluminoso, abbiamo provveduto a rimuovere il materiale dalla strada e a chiedere l’intervento degli enti sovracomunali  – spiega la sindaca Flora Fiorina -. Questo perché i massi sono caduti sulla provinciale dell’Alta Val Seriana e il problema era di una certa rilevanza, avvicinandosi anche l’estate». Ieri, nel tardo pomeriggio, il secondo smottamento. «In particolare – prosegue Flora Fiorina -, è caduto un masso del peso di circa un quintale e mezzo. In quel tratto erano appena passate due auto che non avevano ancora raggiunto il semaforo di Gandellino. Preciso che dal punto in cui è caduto il masso al semaforo ci sono circa 50 metri di distanza». A margine della strada, tra l’altro, ci sono delle abitazioni.

Sul posto, ieri, sono arrivati anche i vigili del fuoco. «Sulla base della loro relazione, abbiamo inviato una lettera in Provincia di Bergamo dove viene segnalata la necessità di un intervento immediato – continua la prima cittadina di Gandellino -. Purtroppo il nostro è un territorio fragile. Non parlo solo di Gandellino. C’è bisogno di interventi che devono essere attuati da tutti gli enti, ma in particolare della Comunità montana, più di tutti gli altri interessata alla salvaguardia del nostro territorio. Ma fino a quando non riusciremo a capire bene cosa è montagna e cosa non lo è, fino a quando non riusciremo a capire che le risorse che provengono dai nostri territori devono essere almeno parzialmente investite qui, finiremo per trovarci di fronte a problematiche di questo tipo. Mi auguro che non succeda mai nulla, come questa volta. In caso contrario, piangeremmo tutti perché sarebbe un evento che avremmo potuto evitare».

LASCIA LA TUA OPINIONE

Please enter your comment!
Please enter your name here