Home Notizie Val Seriana, i primi dati delle multe con lo scout speed

Val Seriana, i primi dati delle multe con lo scout speed

Alle polemiche per le multe in Val Seriana l’Unione dei Comuni “Insieme sul Serio” risponde con i numeri. Nessuna presa di posizione da parte dei responsabili dell’ex Consorzio di Nembro, ma solo cifre dopo il polverone sollevato in seguito ai controlli con lo scout speed sulle strade provinciali.

Dal 10 agosto, quando sono iniziati i primi viaggi dell’auto con il rilevatore di velocità, al 31 agosto le sanzioni per aver superato i limiti sono state 1668 (una media di 75 al giorno). Nello stesso periodo sono transitati in direzione Bergamo 306.027 veicoli (dato rilevato dalla telecamera collocata sulla provinciale a Gazzaniga). Se si moltiplica la cifra per due (immaginando lo stesso numero di veicoli in direzione opposta), il totale fa 612.054, con una media di 27.821 veicoli al giorno. Dall’Unione fanno notare che, rapportate al numero complessivo dei veicoli, le sanzioni sono lo 0,27%.

Il tratto di provinciale dove scattano più multe è in territorio di Nembro, lungo la superstrada, dove il limite è di 70 kmh/h. C’è chi si ritrova sanzionato per aver superato la soglia di poco (c’è una tolleranza di 5 km/h), ma anche chi è stato pizzicato a viaggiare a 130 km/h in territorio di Casnigo, dove i cartelli indicano 60 all’ora.

All’Unione hanno elaborato statistiche anche in base agli abitanti. È stato preso in considerazione il territorio della Comunità montana Valle Seriana (da Valbondione a Ranica, per intenderci), dove i residenti sono 136.770. Le sanzioni elevate agli abitanti di questi comuni (in base alle targhe) sono 900, lo 0,66% della popolazione. Invece, le multe sono quasi equamente divise: il 53,9% per chi abita in Valle Seriana, il resto per chi viene da fuori (prevalentemente dalla Lombardia).

Dalla Polizia locale dell’Unione evidenziano che dove sono stati effettuati (e continuano ad essere effettuati) i controlli, i limiti di velocità recentemente non sono cambiati. Dell’ente, infatti, fanno parte i comuni di Casnigo, Gazzaniga, Pradalunga, Nembro, Selvino e Villa di Serio. «La legge – è un’altra annotazione – non prevede che i controlli con lo scout speed vengano segnalati, eppure abbiamo messo lo stesso i cartelli». L’ultima sottolineatura riguarda gli incidenti: ad agosto, nel proprio territorio, la Polizia locale dell’Unione non ne ha rilevati. Che sia merito dei controlli è però oggettivamente presto per dirlo.

12 COMMENTI

  1. Dai dati emerge una cosa interessante, che controlli e controllori sono inutili, se la percentuale di multati è cosi bassa, siamo più diligenti e rispettosi del previsto, ma allora i primi soldi risparmiati potrebbero essere quelli del Consorzio dei Vigili.
    Penso che si sia alzata una “controcortina di fumo” per annebbiare il POLVERONE DELLA PROTESTA…..
    Intanto buon viaggio, buone code e BONIFICO PRONTO, SEMPRE !!!!!

    SALUTI

  2. Partendo dai dati elaborati dell’Unione dal 10 agosto al 31 agosto (21 giorni) hanno elevato 900 sanzioni ai residenti nella Comunità Montana Valle Seriana (su 136.770 si tratta dello 0,66% del totale).
    In Italia ci sono 62,4 auto per abitante (https://tg24.sky.it/economia/2017/05/05/italia-record-automobili-abitanti.html). Ciò significa che hanno elevato 900 sanzioni a 85.000 vetture, pari al 1% della stima di vetture.
    In 21 giorni hanno quindi sanzionato 1% dei possessori di auto in Valle Seriana… a questo ritmo l’anno si chiude con un 17% di vetture sanzionate. Credo un record se consideriamo che la stima è in difetto: questa percentuale dovrebbe considerare anche le auto utilizzate per brevi spostamenti all’interno del paese o utilizzate non per tratti che ricomprendono la principale arteria verso l’Alta Valle.
    I più colpiti sono i poveri pendolari dell’alta valle che già si sorbiscono le code al mattino e, quando la strada è libera, l’introduzione di questa nuova forma di pedaggio!

  3. “Ho letto da qualche parte (non riporto il nome per evitare publicità gratuita) che l’UNIONE di PL con sede a Nembro non CONSORZIO, lo stato li ha sciolti e vietati (poi hanno sostituito il nome e via…) doveva 130 mila € e rotti a qualcuno, avranno sicuramente ripagato il debito vero?”

  4. “L’ultima sottolineatura riguarda gli incidenti: ad agosto, nel proprio territorio, la Polizia locale dell’Unione non ne ha rilevati. Che sia merito dei controlli è però oggettivamente presto per dirlo.”
    Si, é molto presto per affermare ciò. Questi dati sugli incidenti, io vorrei rileggerli fra 5/6 mesi allora si, si potra affermare che lo Scout Speed
    é servito a qualcosa. Attendo!

  5. Trovo semplicemente ridicolo che la presenza di un autovelox fisso si debba segnalare, bene e piazzato in luoghi ben visibili, mentre quello mobile possa scorrazzare liberamente senza nessun contrassegno. Basterebbe usare i lampeggianti per avere lo stesso effetto che ha la segnalazione di quello fisso. Ma così l’introito crollerebbe, le inchiodate sarebbero conseguenti, con un calo considerevole delle multe elevate. Ridicolo e grottesco.

  6. Ma perché non comunicano in quante ore di pattugliamento hanno raccolto le 1668 multe?
    Se si tratta di solo alcune ore di pattugliamento, vuol dire che hanno multato quasi tutti quelli che passavano in quel momento.
    Dati farlocchi!!!

  7. La legge – è un’altra annotazione – non prevede che i controlli con lo scout speed vengano segnalati, eppure abbiamo messo lo stesso i cartelli. Questo è semplicemente falso.
    In internet trovate numerose sentenza di annullamento multa per mancata segnalazione, se non servivano perché hanno fatto la corsa ad Agosto per installare cartelli(tutti diversi tra l’altro)?…
    Altra osservazione, i Vigili minimizzano le multe, quindi dobbiamo essere accondiscendenti a questo prelievo continuo? Continuando di questo passo in 1 anno potrebbero “fatturare” diversi milioni….a che titolo?a favore di chi? per mantenere chi e cosa? …

  8. Ehh già… é il progresso cari miei é il progresso; ma con cosa credevate l’avrebbero pagato tutto quel po po di telecamere per la video sorveglianza installate un pò dovunque sul territorio dell’Unione sul Serio, Thor etc, sapete cosa costa solo la manutenzione di tutto sto Ambaradam?
    Meditate gente meditate e occhi aperti, ormai non c’é altro da fare!

    • Qualcuno la voluto il “grande fratello” che ci protegge dalle invasioni barbariche extrac/vari ed eventuali, chi per gioco politico continuava a gridare al lupo al lupo?! Eccovi accontentati ora il grande fratello é QUASI completo con lo Scout S. E pantalone paga.

  9. Bene da oggi eviteró fortemente quella strada e quelle zone. .. Solo perché non bisogna per forza trasgredire volontariamente causando incidenti, basta però una distrazione che ti ritrovi senza patente … E quindi mi dispiace per voi commercianti, ristoratori e albergatori della valle, perché è giusto salvaguardare la sicurezza e i conti dei comuni, ma magari se la gente punta a viaggiare all’estero, é proprio perché qualcuno scoraggia il turismo in Italia.

  10. in val seriana io non ci torno più. non sono di lì e ci vengo per fare un giro in moto ma è troppo rischioso. troppi vigili seduti comodamente in auto a fare multe senza fermare nessuno. così non è serio e non voglio rodermi il fegato per un giro in moto. andrò in altri posti a spendere il mio denaro.
    adieu

LASCIA LA TUA OPINIONE

Please enter your comment!
Please enter your name here