Home Notizie Gazzaniga, il Comune ha deciso come utilizzare il lascito di un benefattore

Gazzaniga, il Comune ha deciso come utilizzare il lascito di un benefattore

Il municipio di Gazzaniga

Undici punti all’ordine del giorno, nell’ultima seduta di Consiglio comunale di Gazzaniga. Tra questi uno ha riguardato «l’eredità disposta in favore del Comune di Gazzaniga da parte del cittadino Mario Ghilardini». Si è trattato di un atto di indirizzo per definire le modalità di utilizzo della somma.

«Un paio d’anni fa questo nostro cittadino è venuto a mancare – spiega il vicesindaco Angelo Merici -. Non essendo sposato e non avendo figli, ha destinato tutti i suoi beni ai nipoti e a diversi enti della provincia. Fra gli eredi è figurato anche il Comune di Gazzaniga con due porzioni. La prima del 5% dei suoi beni da destinare a borse di studio per ragazzi in stato di bisogno. La seconda, sempre pari al 5% dei suoi beni, per famiglie bisognose».

In tutto, chiarisce il vicesindaco, «stiamo parlando di circa 60 mila euro, che potrebbero arrivare a 70 mila. L’operazione, infatti, non è ancora conclusa perché sono in corso i calcoli da parte del notaio su una quota del lascito». 

Il benefattore ha indicato due binari ben precisi su cui incardinare le sue porzioni di eredità. Al Comune spettava decidere le modalità concrete di utilizzo. È quello che è stato fatto martedì 30 settembre in Consiglio. «La metà della somma verrà destinata a cinque borse di studio che saranno fruibili ipoteticamente per i prossimi 12 anni. La cifra è di 2500 euro all’anno che verranno modulati sulle cinque borse di studio. L’altra fetta viene trasferita tutta sul bilancio del Comune e messa a disposizione dei Servizi sociali che al bisogno utilizzeranno parte della cifra secondo le finalità indicate dal benefattore».

LASCIA LA TUA OPINIONE

Please enter your comment!
Please enter your name here