Home Notizie Valgoglio, la pioggia non ferma “Capre in festa”

Valgoglio, la pioggia non ferma “Capre in festa”

Le premiazioni di Re e Regina dell'edizione 2019 di Capre in festa a Valgoglio con la partecipazione del sindaco Angelo Bosatelli e del presidente della Comunità Montana Giampiero Calegari

Se altre edizioni di “Capre in festa”, la rassegna della capra orobica di Valgoglio, hanno segnato anno dopo anno un record di partecipanti (vedi 2018), la decima andata in scena questa mattina è ancora una volta indicativa del buono stato di salute del settore e della manifestazione.

Gli organizzatori, nonostante il maltempo, hanno visto arrivare uno dopo l’altro numerosi allevatori, diversi da fuori provincia, per un ammontare di quasi 300 animali. Un risultato insperato che appaga tutte le fatiche: una bella ricompensa, anche solo per il lavoro dovuto al montaggio delle strutture effettuato sotto la pioggia degli ultimi giorni.

Un momento della selezione

Non meno affezionate le numerose persone arrivate nel paese dell’Alta Valle Seriana per assistere al concorso, pubblico al riparo sotto gli ombrelli o sparpagliato lungo il porticato della chiesa che sovrasta il campo sportivo.

Re e regina dell’edizione 2019 di Capre in festa

Il giudice ha scelto come re della manifestazione un becco di Andrea Broglio di Gera Lario (Como) e regina una capra di Cristian Chioda di Valgoglio.

Le classifiche

A seguire gli allevatori premiati nelle altre categorie. Capre 1 anno (dalla prima alla quarta posizione): Bonacorsi di Valbondione, Rota di Zogno, Licini di Zogno, Capitanio di Cene. 2 anni (dal primo al quarto): Binda di Oliveto Lario (Lecco), Chioda di Valgoglio, Binda di Oliveto Lario e Rota di Zogno. Capre 3 anni: prima, seconda e quarta posizione per Binda di Oliveto Lario (Lecco), terzo Chioda di Valgoglio. Capra adulta: primo Chioda di Valgoglio, secondo e terzo posto Binda di Oliveto Lario, quarto Guaini di Cosio (Sondrio).

Categoria becchi 1 anno, gli allevatori premiati (dal primo al quarto): Rota di Zogno, Chioda di Valgoglio, Guani di Cosio (Sondrio) e Bonacorsi di Valbondione. Becchi 2-3 anni (dal primo al quarto): Broglio di Gera Lario, Schiavi di Angolo Terme (Brescia), Gianati di Branzi e Gerundo di Castione. Becchi adulti (dal primo al quarto): Chioda di Valgoglio, Morstabilini di Valbondione, Alessandri di Dossena e Gianati di Branzi.

Un momento della selezione, “Capre in festa” 2019

Miglior gruppo, gli allevatori premiati: primo Binda di Oliveto Lario (Lecco), secondo Rota di Zogno, terzo Chioda di Valgoglio e quarto Binda di Oliveto Lario.

Al termine della Santa Messa, prima del concorso, è stato ricordato Dario Capitanio, il ragazzo di 29 anni di Cene morto in un incidente stradale lungo la tangenziale Est di Milano il 27 novembre 2018. Dario non perdeva un’edizione di “Capre in festa”, la giornata è stata dedicata proprio a lui.

Un servizio verrà trasmesso domani sera, lunedì 25 novembre, nel telegiornale di Antenna2, ore 19.20 (canale 88 del digitale terrestre).

“Capre in festa” edizione 2019

1 COMMENTO

LASCIA LA TUA OPINIONE

Please enter your comment!
Please enter your name here