Home Notizie Distrofia muscolare, il racconto di Giammy in un libro

Distrofia muscolare, il racconto di Giammy in un libro

Il coraggio di vivere per superare i limiti della distrofia: è il sottotitolo scelto per “Fortunato come Giammy”, un libro che racconta la storia di un ragazzo colpito dalla distrofia muscolare di Duchenne e scritto grazie al coinvolgimento di Anna Salvioni, un’insegnante e giornalista che ha aiutato Gianmario Fortunato nella non facile avventura di raccontarsi.

«L’idea di scrivere questo libro è nata proprio da Giammy (un giovane di Cologne – BS -, classe 1981) – racconta Anna Salvioni -, da un sogno che teneva chiuso nel cassetto da anni, ma che per la complessità dell’impresa non era mai riuscito a realizzare». Per farlo si è rivolto ad Anna che ha accettato il non semplice compito: Giammy comunica tramite una periferica dotata di un rilevatore oculare.

Il libro, oltre a essere una testimonianza importante per tutte le persone che vivono direttamente o indirettamente la distrofia, mira a essere un valido strumento con cui raccogliere fondi. «Il ricavato della sua diffusione infatti – continua Anna – sarà devoluto a Parent Project, l’associazione di pazienti e genitori di figli con distrofia muscolare di Duchenne e Becker, per contribuire alla ricerca scientifica su questa patologia rara e ancora troppo poco conosciuta, oltre che alle varie attività d’affiancamento alle rispettive famiglie».

Per ulteriori informazioni è possibile consultare la pagina Facebook (link). In alto l’intervista realizzata negli studi di Antenna2 Tv.

LASCIA LA TUA OPINIONE

Please enter your comment!
Please enter your name here