Home Notizie Zero Pollici, gli aiuti del Decreto Rilancio

Zero Pollici, gli aiuti del Decreto Rilancio

Gli aiuti e le risorse messe a disposizione dal Governo rappresentano un’occasione importante per aziende e lavoratori. Con questa puntata di “Zero pollici”, una nuova Rubrica televisiva di Antenna2 tv con cui cerchiamo di dare informazioni utili ai nostri telespettatori in questa particolare fase che stiamo vivendo legata al Covid-19, entriamo nel merito degli aiuti più sostanziosi del Decreto Rilancio con il consulente del lavoro Fabio Furlan.

Partiamo dal noto contributo a fondo perduto di cui si parla in questi giorni. Da lunedì 15 giugno è infatti possibile presentare le domande con cui cercare di ottenere un aiuto economico. Si tratta di una misura legata alla quota di fatturato perso, giusto? Ci introduca meglio questo tipo di aiuto. “Il contributo a fondo perduto è stato introdotto dall’Articolo 25 del Decreto Rilancio tra le misure atte a sostenere i soggetti colpiti dall’emergenza epidemiologica. Si tratta di una somma di denaro destinata a … ” (Continua sul video)

Senza entrare troppo nel tecnico, ma anche solo per dare un’idea della solidità o meno della misura, proviamo a quantificarla. “Il contributo si calcola applicando una specifica percentuale a un importo calcolato quando il soggetto richiedente riscontra che il fatturato del 2020 è inferiore di almeno il 33% rispetto allo stesso mese del 2019 …” (Continua sul video)

Una circolare del 6 giugno ha chiarito i codici tributo relativi ai crediti di imposta per i canoni di locazione. Un’altra occasione con cui è possibile recuperare risorse. “Il credito di imposta per i canoni di locazione delle immobili e per i canoni di affitto d’azienda è un’altra delle misure del Decreto Rilancio introdotta dall’articolo 28. Non si tratta di una novità assoluta in quanto già una prima misura di questo tipo si era vista, ma con caratteristiche diverse nel Cura Italia…” (Continua sul video)

Come si inoltra la domanda per il contributo a fondo perduto e che tipo di modello va compilato? “La domanda va presentata all’Agenzia delle Entrate esclusivamente per via telematica, direttamente dal contribuente o servendosi di un intermediario abilitato e delegato alla consultazione del portale Fatture e corrispettivi del contribuende … ” (Continua sul video)

Vale sempre il consiglio, in caso di bisogno rivolgersi direttamente agli esperti.

Che cos’è Zero Pollici – leggi qui https://myvalley.it/2020/06/nasce-zero-pollici-un-appuntamento-per-ripartire-insieme/

LASCIA LA TUA OPINIONE

Please enter your comment!
Please enter your name here