Home Notizie Castione, in pensione il vigile Fieni

Castione, in pensione il vigile Fieni

Giampietro Fieni

Più di quarant’anni di servizio, praticamente sempre nello stesso comune. Un caso raro, senza dubbio. Per questo ha rappresentato in qualche modo un evento, a Castione della Preolana, l’ultimo giorno di lavoro del vigile (o, più precisamente, sovrintendente di Polizia locale) Giampietro Fieni.

Ha indossato per l’ultima volta la divisa ieri (venerdì 28 agosto). Da oggi si godrà la pensione. «Ho iniziato il 1° gennaio del 1978 come vigile e guardiaboschi, perché all’epoca nel periodo da marzo a novembre facevo anche la guardia boschiva comunale – racconta nell’intervista andata in onda nel tg di Antenna2 -. Questo finché è subentrato il Consorzio forestale Presolana, che ha preso in mano la gestione dei boschi. Ho quindi continuato a fare l’agente di Polizia locale».

Fieni, 62 anni, di Castione, è sempre stato in servizio nel suo comune, con una parentesi nell’Unione comuni della Presolana (che comunque comprendeva anche Castione). «Ho collaborato con 9 sindaci e un commissario prefettizio – racconta -. Mi sono trovato bene con tutti. Ho avuto momenti belli, gratificanti, perché ho conosciuto tante persone, anche importanti. Anche con l’Unione Comuni della Presolana ho avuto un’esperienza positiva».

Un ruolo delicato, quello del vigile. Fieni spiega di averlo interpretato cercando di ascoltare sempre «i consigli degli anziani. Già all’inizio, quando avevo 19 anni, mi hanno detto di dire una parola buona ai bambini e agli anziani. Quando qualcuno mi ha chiesto dei favori, ho sempre cercato di accontentarlo nel limite del possibile. Qualche volta avrò sbagliato, ma non l’ho fatto in malafede».

Da oggi per lui inizia un’altra vita. «Cercherò di fare un po’ di volontariato e mi dedicherò alla famiglia».

Nel video, l’intervista completa a Giampietro Fieni e al sindaco di Castione Angelo Migliorati:

LASCIA LA TUA OPINIONE

Please enter your comment!
Please enter your name here