Home Notizie Gazzaniga, via l’amianto dall’ex auditorium

Gazzaniga, via l’amianto dall’ex auditorium

Il cantiere all'ex auditorium di Gazzaniga

La strada ora è tutta in discesa. La parte più difficile (e pericolosa) dell’intervento si è ormai conclusa. A Gazzaniga sono terminate le opere di bonifica dell’amianto ancora presente nell’ex auditorium comunale. La struttura sta per essere trasformata in una sala polifunzionale, grazie allo sblocco del Patto di stabilità ottenuto dall’Amministrazione comunale guidata da Mattia Merelli.

«I lavori sono iniziati da circa un mese – spiega il sindaco –. Si è conclusa la bonifica dell’amianto che si trovava nella sala. Proprio la presenza dell’amianto nell’intonaco fu il motivo che portò anni fa alla chiusura dell’auditorium». Sulle pareti era stato infatti spruzzato il cosiddetto amianto «floccato», sostanza schiumosa che negli anni passati veniva utilizzata pare per il suo potere isolante. Una ditta specializzata in queste settimane ha provveduto alla rimozione e ora potranno partire le opere edili.

Il cartello che avvisa della presenza di amianto
Il cartello che avvisa della presenza di amianto

«L’obiettivo dell’Amministrazione comunale è quello di realizzare una sala versatile, da adibire a qualunque attività e mettere a disposizione delle associazioni del territorio – sottolinea il sindaco –. Il progetto prevede la realizzazione dei nuovi bagni al pianoterra, perché quelli attuali erano interrati e quindi non più a norma. Verrà poi modificato l’ingresso e sistemato il pavimento che aveva un andamento inclinato». La nuova sala si estenderà su una superficie di oltre 220 metri e, in caso di bel tempo, potrà contare anche sul piccolo anfiteatro esterno.

Per poter intervenire il Comune di Gazzaniga ha ottenuto dallo Stato la possibilità di utilizzare fondi che altrimenti sarebbero rimasti fermi per il Patto di stabilità. «Lo sblocco è stato di 250 mila euro – evidenzia Merelli –. L’investimento per il primo lotto di lavori ammonta a circa 230 mila euro. In questa prima fase non verranno sostituiti i serramenti perché il limite che abbiamo non ce lo permette». L’intervento si concluderà entro gennaio del 2016.

LASCIA LA TUA OPINIONE

Please enter your comment!
Please enter your name here