Home Notizie Al cimitero a Rovetta la commemorazione e in piazza la contromanifestazione

Al cimitero a Rovetta la commemorazione e in piazza la contromanifestazione

Forze dell’ordine in gran numero a Rovetta per la commemorazione al cimitero, dove il 28 aprile 1945 furono fucilati dai partigiani 43 militi della Legione Tagliamento, e per la contro manifestazione in piazza Ferrari. Tanti i presenti, circa 200, per ricordare quei giovani, nel luogo in cui vennero passati per le armi.

Insieme all’Isrec (Istituto per la storia della resistenza e dell’età contemporanea) di Bergamo, l’Anpi ha organizzato in parallelo (a meno di un chilometro di distanza) un presidio antifascista, “La Resistenza in piazza”. Sul palco in piazza sono intervenuti il direttore dell’Isrec Angelo Bendotti e il presidente dell’Anpi di Bergamo Mauro Magistrati. La manifestazione s’inquadra nella due giorni promossa all’insegna dell’antifascismo dall’Anpi.

Le iniziative si sono svolte senza contatti.

8 COMMENTI

  1. Vandali nazisti in azione al rifugio Laghi Gemelli. L’episodio risale alle scorse settimane ma è stato reso noto solo nella serata di venerdì 26 maggio, nel corso della presentazione del lavoro di recupero della memoria realizzato.

    In particolare è stato riferito che ignoti hanno deturpato il cartello apposto a fianco dei ruderi del rifugio, per ricordarne la vicenda storica. Sono state inoltre sfregiate le foto con i volti dei partigiani e asportato il simbolo dell’Anpi. Su alcune immagini è stata incisa una scritta, “SS”, sigla delle Schutzstaffel: un’ex organizzazione paramilitare d’élite del partito nazista tedesco.

  2. Cavolo! la manifestazione NAZIONALE antifascista promossa dall’ANPI e dall’ISREC veramente un successone…. 15 forse 20 antifa….
    Erano più le sigle dei firmatari l’appello contro i fasci che i partecipanti….

    • Se alzavi la manina e ti facevi riconoscere,ti aiutavo a contarci,in due si conta meglio. A Rovetta dalla parte giusta,eravamo esattamente 78 antifascisti.
      A Lovere invece eravamo molti ma molti molti di più,tantè vero che i fascisti hanno ritenuto bene di non allargarsi…
      Poi vedi tu,la matematica non é un opinione.

      • 🙂 78!!!!
        (in verità solo 77, non contatemi io sono dalla parte del torto) per una manifestazione nazionale… urca!!! torno a ripetere : un successone.
        ridicoli

        • Io non ti avevo gia contato non ti conosco,non conti!
          PS e poi non ho contato neanche i ragazzi del gruppo Mala Lece,che hanno suonato e fatto VERAMENTE della buona musica,anche loro ANTIFASCISTI,ma non li ho contati perchè non li conoscevo.
          Comunque se ti va di”fare amicizia”con me,non devi fare altro che scrivermelo,una sera ci possiamo vedere così poi conto anche te…! E puoi star sicuro che io conto bene molto bene. Quando vuoi io sono a tua disposizione.

          • Ancora scaramucce?
            Ah..ah.. e basta!!! Da una parte e dall’altra ci sono stati veri eroi , che credevano in ideali diversi.. non semplificate sempre ricordando certe fatti che ce ne sono in abbondanza da entrambe le parti..
            E se ci tenete proprio vi conto io a tutti e due..

        • stefi ha ragione il contatore non conti proprio😯👎. La giornata nazionale antifascista era sabato 27 a Lovere domenica a Rovetta c’era un presidio👍festa.

  3. Leggo solo ora sul sito di RC Lombardia un articolo che a Lovere, i Prodi Che Hanno Salvato La Democrazie e la Costituzione dalle Terribili Orde Fasciste (uso le maiuscole che tanto vi piacciono ahaha) hanno sfiorato le 200 unità…. quindi un centinaio…
    Dovete ringraziare e tenervi stretti quei 4 fascisti (sai che pericolo per la Democrazia…) se non ci fossero, voi che visibilità avreste? come potreste impegnare i vostri sabati?

    ultimo appunto… se non sbaglio i due militi della Tagliamento sono stati prelevati, a guerra finita, da un letto di ospedale, e gettati nel lago…. che atto di eroismo dei prodi partigiani!!!!

LASCIA LA TUA OPINIONE

Please enter your comment!
Please enter your name here