Home Notizie Giornata del Migrante, appuntamenti in Val di Scalve e in Alta Valle...

Giornata del Migrante, appuntamenti in Val di Scalve e in Alta Valle Seriana

I momenti centrali promossi in occasione della “Giornata mondiale del migrante e del rifugiato” (che ricorre il 14 gennaio) in Diocesi di Bergamo saranno tra l’Alta Valle Seriana e la Valle di Scalve.

«Quest’anno tutta la Diocesi celebrerà questa giornata in Alta Valle Seriana e in Valle di Scalve – afferma Mauro Salvoldi, del consiglio pastorale vicariale -. Sono infatti coinvolti i tre vicariati di Clusone-Ponte Nossa, Ardesio-Gromo e Vilminore, l’Ufficio per la pastorale dei migranti e il nostro Vescovo Monsignor Francesco Beschi (che sarà a Clusone domenica 14 gennaio). L’obiettivo di queste iniziative è quello di riflettere sulle migrazioni in modo sereno e trovare risposte positive che ci permettano di vivere serenamente questa situazione che a volte può scatenare paura e rabbia».

Sul territorio s’inizia il primo gennaio con la marcia della pace in Valle di Scalve, tra Pianezza e Vilminore, dal titolo “Migranti e rifugiati, uomini e donne in cerca di pace” (dalle ore 20).

A Clusone si continua con un cineforum al Cinema Garden: per tre giovedì altrettante proiezioni alle ore 21. Giovedì 11 gennaio “L’ordine delle cose”; giovedì 18 gennaio “Huma flow” e il 25 gennaio “A ciambra”.

Venerdì 12 gennaio a Schilpario “C’è un corto per… l’integrazione”, sette filmanti (tra i 3 e i 14 minuti) presso il cinema teatro Prealpi (inizio alle ore 20.30).

Sabato 13 gennaio, presso la sala civica di Gromo un momento di preghiera interreligiosa tra mussulmani e cristiani “Per un’umanità a misura del creatore” (in collaborazione con il centro culturale islamico di Gromo).

Domenica 14 gennaio, proprio nella ricorrenza della Giornata Mondiale del Migrante e del Rifugiato, sarà possibile ospitare per pranzo nelle proprie famiglie cittadini migranti e richiedenti asilo (è necessario organizzarsi con le strutture di accoglienza attraverso le parrocchie). Nel primo pomeriggio l’appuntamento è a Clusone. Dopo una merenda interculturale i partecipanti si metteranno in cammino (intorno alle 15.30) diretti verso la basilica, dove alle 16.30 il Vescovo Francesco Beschi celebrerà una Messa multietnica animata attraverso il canto di gruppi cristiani di diversa origine e dal coro “The gospel grows” dell’Unione pastorale di Rovetta. La Santa Messa sarà in diretta sul canale 88 del digitale terrestre di Antenna2.

Mercoledì 17 gennaio un altro momento importante, un convegno all’oratorio di Villa d’Ogna (con inizio alle ore 18) in cui interverranno diverse personalità con cui leggere il messaggio di Papa Francesco e le quattro parole su cui è articolato: “accogliere, promuovere, proteggere e integrare”. Interverranno don Ivan Alberti del vicariato Ardesio-Gromo; Angela Bellini, prima cittadina di Villa d’Ogna; Don Massimo Rizzi dell’Ufficio per la Pastorale dei Migranti; Padre Fabio Baggio della Sezione Migranti e Rifugiati del dicastero “Sviluppo Umano Integrale”; Eugenio Torrese dell’Agenzia per l’integrazione. Dopo la pausa buffet alla tavola rotonda parteciperanno Marco Zucchelli della Caritas di Bergamo, Chiara Visini e Dia Mamadou Lamine della cooperativa Ruah; Alì Draoui dell’associazione Per il bene comune; Mauro Salvoldi del consiglio pastorale vicariale; Laura Masserini e Silvia Bossetti dell’Istituto Comprensivo di Ponte Nossa e chiuderà i lavori don Cristiano Re dell’Ufficio pastorale e sociale del lavoro.

Mercoledì 17 gennaio è in programma anche una puntata di Decoder dedicata a questi temi, la trasmissione andrà in onda alle ore 20,30 sul canale 88 di Antenna2. Le repliche giovedì alle 14 e venerdì alle 23.30.

Sabato 20 gennaio presso il Santuario della Madonna delle Grazie di Ardesio, alle ore 20.30, in occasione della Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani, un simposio ecumenico di riflessione dal titolo “Amerai il forestiero come te stesso” e con la partecipazione di Padre Gelu Valentin Porumb, parroco della Parrocchia Romeno-Ortodossa “Sant Andrea Saguna”; don Severo Fornoni, parroco di Rovetta; la prof.ssa Federica Campagnola, membro della Comunità Cristiana Evangelica e don Patrizio Rota Scalabrini, delegato diocesano per l’Ecumenismo.

LASCIA LA TUA OPINIONE

Please enter your comment!
Please enter your name here