Home Notizie Catena di solidarietà per la famiglia rimasta senza casa

Catena di solidarietà per la famiglia rimasta senza casa

Hanno già risposto in tanti all’appello del gruppo di Protezione civile di Albino per aiutare la famiglia rimasta senza casa a causa di un incendio. Le fiamme che si sono sviluppate nella notte tra venerdì e sabato hanno completamente distrutto l’appartamento posto al pianoterra di una palazzina, nella frazione Casale.

Non solo c’è chi ha aderito alla raccolta fondi, diverse persone hanno messo a disposizione mobili, suppellettili, vestiti. «Una catena di solidarietà veramente encomiabile – commenta Vincenzo Ciceri, responsabile del gruppo di Protezione civile -, in due giorni tante persone hanno voluto dare il loro contributo. Abbiamo dovuto metterle tutte in attesa perché il Comune ha messo a disposizione un appartamento che andremo a vedere domani mattina (martedì 4 giugno, ndr). Verificheremo gli arredi presenti e poi faremo sapere di cosa c’è bisogno».

Tra venerdì e sabato, Cristina Biava si era da poco coricata quando è stata svegliata da un crepitio. Dopo essersi accorta che si trattava di un incendio è andata subito a svegliare i due dei suoi quattro figli che erano in casa con lei e insieme si sono messi in salvo. Uno dei bambini ha pensato anche di dare l’allarme ai vicini. In poco tempo l’appartamento è andato distrutto. La famiglia ha praticamente perso tutto. A complicare la situazione, il fatto che la donna lavora con un contratto a tempo, come spiega lei stessa in questo video.

LASCIA LA TUA OPINIONE

Please enter your comment!
Please enter your name here