Home Notizie Appuntamento con “Le vie della Storia in Valsaviore”

Appuntamento con “Le vie della Storia in Valsaviore”

Valorizzare il patrimonio storico-culturale della Valsaviore cercando di incrementarne il fascino e l’attrazione. Con questo scopo è nata l’iniziativa “Le vie della Storia in Valsaviore” giunta quest’anno alla quarta edizione e che da domani, martedì 23 luglio, spiccherà ufficialmente in volo.

Un programma impostato, quello di queste manifestazioni, costituito solitamente da una conferenza e quattro visite guidate che saranno interamente gratuite. Invogliare turisti, associazioni e i cittadini dei comuni della Valsaviore a partecipare per approfondire le conoscenze sul loro territorio è un ulteriore fine del progetto.

«La Valsaviore è formata da un totale di cinque comuni e può essere considerata più marginale rispetto alla Valle Camonica per esempio- racconta la guida della Federazione guide turistiche Valle Camonica, Daniela Rossi -. Il progetto di questa edizione, realizzato dalla Pro Loco Valsaviore in collaborazione con la Società storica e antropologica di Valle Camonica, Casa Panzerini, la Federazione guide turistiche Valle Camonica e l’Unione dei Comuni di Valsaviore, è incentrato sul personaggio di Bernardino Zendrini perchè in Valsaviore è uno dei soggetti più interessanti dal punto di vista storico».

Bernardino Zendrini

Nato a Valle di Saviore nel 1679, a Bernardino Zendrini si devono il progetto e la costruzione dell’opera dei Murazzi di Venezia. Medico, matematico, meteorologo, astronomo, letterato, Zendrini è stato uno degli scienziati più illuminati della Serenissima, ambito anche dall’imperatore Carlo VI d’Austria.

23 e 30 luglio, 6 e 13 agosto, sono le quattro date in cui si terranno le visite guidate gratuite. Quattro date per quattro luoghi e quattro ambientazioni temporali differenti che ripercorreranno i secoli della Valsaviore tra i Domini di Terraferma. «Quest’anno i centri storici prescelti sono stati selezionati e suddivisi per secoli: partiremo dal ‘400 con la prima visita all’Andrista di Cevo, per poi passare al ‘500 a Berzo, al ‘600 a Cedegolo in una Chiesa con opere d’arte barocche al suo interno, e per concludere, il ‘700 a Valle di Saviore, il luogo natale di Bernardino Zendrini», racconta la guida turistica. Le visite inizieranno dalle 14,30 e saranno condotte dalle guide turistiche autorizzate, Marta Ghirardelli e Daniela Rossi.

La locandina dell’iniziativa

In aggiunta alle visite, per completare il viaggio nel tempo dedicato a Bernardino Zendrini, un approfondimento sulla sua figura da parte di Ivan Faiferri, archivista della Società storica e antropologica di Valle Camonica con la conferenza che avrà luogo domenica 4 agosto alle 20,30 nella Casa Panzerini di Cedegolo.

Ad anticipare quest’edizione, quelle degli anni precedenti dedicate al legno, sulla scultura lignea (“Le vie del legno 2016”), alla fede, sull’arte nelle chiese sussidiarie (“Le vie della fede 2017”) ed al mito, su leggende e tradizioni (“Le vie del mito 2018”). Per maggiori informazioni ed effettuare l’iscrizione all’iniziativa è possibile contattare il numero 339.6672031 oppure scrivere a guideturistiche.vallecamonica@gmail.com.

LASCIA LA TUA OPINIONE

Please enter your comment!
Please enter your name here