Home Notizie Un libro racconta il lato nascosto di don Aldo Nicoli

Un libro racconta il lato nascosto di don Aldo Nicoli

Don Aldo Nicoli

Sono trascorsi dieci anni dalla scomparsa di don Aldo Nicoli, una delle figure più note e rappresentative della diocesi di Bergamo. Ora un libro di Roberto Alborghetti ne racconta il lato più intimo e personale.

“Una vita di Parola, Don Aldo Nicoli”, pubblicato dalla Onlus “Insieme con Don Aldo”, sarà presentato il prossimo 2 ottobre 2019. L’incontro si terrà alle 18 presso la Sala Giovanni XXIII del Patronato San Vincenzo di Bergamo, in via Gavazzeni. Insieme all’autore, interverranno persone e personalità che hanno collaborato e operato con don Aldo nell’ambito di numerose attività pastorali e sociali. Coordinerà i vari momenti Pietro Daina, presidente della Onlus intitolata a don Nicoli. 

Il libro di Roberto Alborghetti ripercorre la vita di monsignor Nicoli attraverso scritti, lettere, riflessioni, pensieri ed omelie. Parole, appunto, per rileggere momenti di un’esistenza e per mettersi sulle tracce di un carattere e di un’anima. Il sottotitolo già delinea il senso e il contenuto del libro: “Il ‘vocabolario’ di un prete che ha vissuto i ‘segni dei tempi’ della Chiesa del Concilio”. Alborghetti, già autore di una biografia su don Nicoli uscita nel 2010, questa volta sceglie di dare voce al pensiero di un sacerdote che era conosciuto ai più come vicario episcopale per le attività economiche: un ruolo che andava stretto a don Aldo, come il libro racconta e rivela con documenti inediti. 

“Una vita di Parola” viene descritto come un libro destinato a prendere in contropiede chi, di don Nicoli, aveva un’idea e un’immagine precostituite. Fin dalle prime pagine, il libro suggerisce una domanda: cosa sarebbe stata Bergamo, e la sua Diocesi, senza don Aldo Nicoli? 

Alborghetti ha lavorato su una grande quantità di materiale, fogli scritti a mano, ingialliti dal tempo, custoditi gelosamente dalla sorella Clara. Ciò che è stato pubblicato rappresenta solo una minima parte del materiale. È un’antologia che contribuisce a disegnare una mappa minima con i percorsi dell’anima e del pensiero. Copre un arco temporale che va dal 1961 – anno dell’ordinazione sacerdotale di don Aldo – al 2009, l’ultimo anno della sua vita terrena.

“Una vita di Parola” – che presenta anche alcune testimonianze personali da parte di chi lavorò al fianco di don Aldo – fa dunque memoria di un prete «spesso bersagliato, sovente non compreso, molte volte interpretato in modo distorto, vittima di pregiudizi e luoghi comuni, che lui viveva ed affrontava come un calvario personale». 

1 COMMENTO

LASCIA LA TUA OPINIONE

Please enter your comment!
Please enter your name here