Home Notizie Turismo e commercio, piano di rilancio del Comune di Lovere

Turismo e commercio, piano di rilancio del Comune di Lovere

Il turismo e il commercio, com’è noto, sono stati duramente colpiti dall’emergenza Covid-19.

Per sostenere e rilanciare questi due settori che rivestono un ruolo importante per l’economia della Cittadina, l’Amministrazione comunale ha approvato una serie di misure ed interventi concreti che saranno attivati in più periodi nel corso dell’anno, in considerazione dell’evoluzione della crisi sanitaria ed economica che sta interessando il nostro Paese.

Il primo pacchetto di misure adottate – spiega il Sindaco di Lovere, Alex Pennacchio – intende fornire una risposta immediata, per quanto di nostra competenza e nell’attesa dell’approvazione di interventi significativi del Governo e dell’Europa, alle richieste dei nostri Operatori, particolarmente colpiti dal punto di vista economico dalla situazione che stiamo vivendo.

Nel dettaglio, per aiutare le strutture ricettive del territorio che nei mesi scorsi hanno registrato un’elevata percentuale di disdette delle prenotazioni è stata decisa la sospensione dell’applicazione dell’imposta di soggiorno per tutto il 2020. La misura comporterà un mancato introito per le casse comunali di circa 55.000 euro.

Per sostenere il commercio è stata prevista l’esenzione dal pagamento della Cosap, il canone per l’occupazione del suolo pubblico, come di seguito riportato:

  • esenzione dal 1° maggio al 31 ottobre 2020 per le occupazioni permanenti e temporanee dei pubblici esercizi (compresi gli ampliamenti);

  • esenzione dal 1° maggio al 31 ottobre 2020 per le occupazioni permanenti (tende ed altre piccole occupazioni) di attività commerciali in sede fissa;

  • esenzione dal 4 giugno al 31 ottobre 2020 per le occupazioni temporanee di attività commerciali in sede fissa qualora l’occupazione rientri in una manifestazione o in un progetto deliberati o patrocinati dall’Amministrazione comunale;

  • relativamente alle occupazioni dell’area mercatale, esenzione per le giornate del 2020 nelle quali il mercato non si è potuto svolgere per disposizione normativa.

Gli esercenti che ne faranno richiesta potranno inoltre ampliare il plateatico compatibilmente con quanto previsto dal regolamento comunale di disciplina dell’occupazione di spazi e aree pubbliche. Le domande potranno essere inviate in modo semplificato ed esenti da bollo, allegando la planimetria dell’ampliamento, all’indirizzo pec comune.lovere@pec.regione.lombardia.it. Per maggiori informazioni è possibile contattare l’Ufficio Commercio al numero 035-983710.

Questi ulteriori interventi porteranno a minori entrate per l’Ente per circa 40.000 euro.

L’Amministrazione comunale ha inoltre stabilito il rinvio dei termini di pagamento delle principali imposte comunali:

Cosap

  • dal 31 gennaio 2020 al 30 novembre 2020 per i pubblici esercizi e il commercio in sede fissa;

  • dal 31 gennaio 2020 al 30 agosto 2020 e 31 ottobre 2020 per l’area mercatale.

IMU – Imposta Municipale Propria

Non saranno applicate sanzioni e interessi ad eventuali pagamenti tardivi della prima rata (16/06/2020) effettuati entro il 31/08/2020.

TARI – Tributi sui Rifiuti

Il pagamento della prima rata dell’imposta è differito dal 16 giugno 2020 al 30 settembre 2020.

Le misure economiche sopra citate saranno affiancate dalla nuova campagna promozionale “Voglia di Lovere” che punterà a dare maggiore impulso al commercio e al turismo offrendo al turista una visione d’insieme delle ricchezze e delle molteplici opportunità offerte da uno dei Borghi più belli d’Italia, da vivere in piena sicurezza.

I 12 pannelli di grandi dimensioni – commenta Sara Raponi, Assessore al Turismo e al Commercio – sono stati posizionati nei punti strategici del nostro paese per invogliare i turisti a scoprire le attrazioni storico-artistiche e paesaggistiche di Lovere, nonché le sue molteplici proposte sportive e per il tempo libero. Le dodici tematiche proposte sono quindi un invito:

  • a visitare la Galleria dell’Accademia Tadini con i capolavori di Antonio Canova e Francesco Hayez, la Basilica di S. Maria in Valvendra nell’anno del V centenario di consacrazione e il Santuario delle nostre Sante Patrone nel 70° della loro canonizzazione;

  • a scoprire le Piscine, che venerdì 12 giugno hanno ufficialmente riaperto al pubblico per la stagione estiva, e il Porto Turistico con le sue numerose proposte sportive per tutte le età;

  • a percorrere i sentieri che conducono a San Giovanni e sulle montagne circostanti immersi nella natura incontaminata e con vedute mozzafiato sul lago e la valle Camonica;

  • a vivere momenti di spiritualità nei monasteri delle sorelle Clarisse e dei Frati Cappuccini;

  • a conoscere la storia millenaria della nostra Cittadina passeggiando per le caratteristiche vie del Borgo antico e sugli splendidi e romantici lungolaghi;

  • a trascorrere piacevoli momenti di relax in uno dei numerosi bar e ristoranti loveresi;

  • a fare shopping nei tanti negozi che caratterizzano da sempre Lovere.

Per ultima, non meno importante, la campagna “Io Compro Loverese” mediante la quale si intende sensibilizzare il territorio a privilegiare gli acquisti presso le numerose attività commerciali, grande risorsa della Cittadina, molte delle quali hanno fornito un servizio prezioso a favore della popolazione durante il periodo di lockdown.

A nome dell’Amministrazione comunale – conclude il Sindaco Pennacchio – desidero ringraziare tutti coloro che, in vario modo e vario titolo, hanno collaborato alla buona riuscita delle due campagne promozionali. Fra questi, in particolare, la testimonial loverese Sara Tentorio, già protagonista del programma “Donnavventura” di Retequattro, e il copywriter Gigi Barcella. La campagna “Voglia di Lovere” proseguirà nelle prossime settimane sui social network “Lovere Eventi” e sul portale web lovereeventi.it, che sarà online a breve con una rinnovata veste grafica e con contenuti ancor più ricchi.

1 COMMENTO

  1. Complimenti al sindaco di Lovere Alex Pennacchio, Lovere è già di suo una splendida cittadina, merita una rinascita in una terra che è stata martoriata.

LASCIA LA TUA OPINIONE

Please enter your comment!
Please enter your name here