Home Notizie «Negli ospedali aumentano i pazienti Covid della nostra zona»

«Negli ospedali aumentano i pazienti Covid della nostra zona»

Si assiste a un’inversione di tendenza negli ospedali dell’Azienda socio sanitaria territoriale (Asst) Bergamo Est: Seriate, Alzano Lombardo, Piario, Lovere e Gazzaniga. Cominciano ad aumentare i pazienti Covid della zona. Lo conferma il dottor Gabriele Mario Perotti, direttore sanitario dell’Asst, che abbiamo intervistato oggi (martedì 12 gennaio) a Piario in occasione dell’avvio della campagna di vaccinazioni anti Covid.

«In questi ultimi tempi abbiamo rilevato un incremento di pazienti della nostra zona – ha detto Perotti -. Mentre nel periodo pre natalizio c’erano tanti trasporti dalla provincia di Milano e dalle province maggiormente colpite, proprio in questi ultimi giorni stiamo osservando un aumento dei pazienti locali».

Il dottor Perotti precisa che in questo momento negli ospedali dell’Asst Bergamo Est non c’è una situazione di sofferenza. «Le disponibilità di posti letto ci sono, stanno arrivando anche pazienti che richiedono la terapia intensiva, ma stiamo riuscendo a gestirli con le nostre risorse senza dover ricorrere ad aiuti di altre strutture. Però vediamo i dati a livello regionale, quello che si sta muovendo attorno a noi, e ci attendiamo presto o tardi di essere coinvolti in questo rialzo».

Nel video, l’intervista al dottor Gabriele Mario Perotti in cui spiega anche come sono organizzati i presidi dell’Asst Bergamo Est nell’affrontare l’emergenza Covid:

4 COMMENTI

  1. Chissà perché.. Forse perche é stato possibile raggiungere le seconde case e zampettare qua e là nelle valli?! Tanto il covid per le feste era in standby.. Ringraziamo

  2. Sono d’accordo. La ressa registrata dei giorni natalizi nelle nostre valli, di certo ci porterà anche un regalino molto poco gradito….Speriamo non della portata dello scorso periodo marzo/aprile…!!!!!!!

  3. Negli anni precedenti, a gennaio, gli ospedali erano per caso vuoti e non vedevano aumentare i ricoveri?

LASCIA LA TUA OPINIONE

Please enter your comment!
Please enter your name here