Home Notizie Uffici postali, prosegue il piano di riapertura ed estensione degli orari

Uffici postali, prosegue il piano di riapertura ed estensione degli orari

Poste italiane proseguirà il piano di riapertura ed estensione degli orari dei suoi uffici sul territorio lombardo. Ad annunciarlo è Massimo Sertori, assessore regionale agli Enti Locali, Montagna e Piccoli Comuni.

Sertori, a seguito delle difficoltà del periodo segnalate dalle Amministrazioni locali, ha provveduto a contattare i vertici dell’azienda in merito alla situazione del territorio lombardo.

«Nel corso delle prossime settimane – spiega Sertori –  Poste Italiane proseguirà con un progressivo ampliamento dell’operatività degli uffici postali nel territorio lombardo, adottando misure in riferimento al piano di riapertura/estensione degli orari di apertura, precedentemente razionalizzati a causa dell’emergenza sanitaria in corso».

Nello specifico, tra il 18 gennaio e il 15 febbraio Poste italiane procederà con ulteriori ampliamenti di giornate e orari di apertura al pubblico di alcuni uffici postali che avevano subìto una contrazione della consueta operatività. In provincia di Bergamo, dal 18 gennaio è prevista l’estensione da 3 a 6 giorni di apertura (e altre misure) per gli uffici di Orio al Serio, Calvenzano, Alzano Lombardo, Vilminore di Scalve, Locatello, Olmo al Brembo.

Il problema di fondo, per tutti gli uffici postali impossibilitati alla riapertura nei mesi scorsi, è stata la mancanza di personale. Laddove si riscontrava un operatore positivo al Covid-19 in ufficio, l’azienda è stata costretta a chiudere la struttura e a mettere in quarantena il personale senza riuscire a reperire altro personale per garantire il presidio dell’ufficio.

«Non mancherò – conclude Sertori – di sollecitare l’azienda a ripristinare totalmente le aperture al pubblico della rete degli uffici postali in tutti i Comuni lombardi e ripristinare la situazione ante Covid, anche in relazione all’eventuale mutamento favorevole della situazione epidemiologica nel territorio lombardo».

LASCIA LA TUA OPINIONE

Please enter your comment!
Please enter your name here