Home Notizie Gandino, la web tv dei giovani che vuol raccontare la rinascita

Gandino, la web tv dei giovani che vuol raccontare la rinascita

Lo staff di Gandino Webtv

Dalla sua nascita, nel 2015, ha saputo ritagliarsi un ruolo da protagonista all’interno della comunità di Gandino. Un ruolo cresciuto nei mesi dell’emergenza Covid, grazie alla capacità di tenere unite le persone attraverso internet. Ora Gandino Webtv fa un altro passo avanti.

«A causa della pandemia – spiegano i giovani impegnati a portare avanti questa esperienza – stiamo vedendo da molti mesi le serrande dei negozi e locali abbassate. Oltre al danno economico, vi è una drammatica conseguenza sociale. È venuto a mancare, infatti, il senso di comunità, vero fulcro vitale per i nostri paesi. Quando è iniziata l’emergenza, Gandino WebTv ha cercato sin da subito di dare il proprio contributo, trasmettendo in diretta le Sante Messe dalla Basilica e dalle altre chiese dell’Unità Pastorale che unisce anche Barizza e Cirano. In quei durissimi mesi, inoltre noi, ragazzi dello staff, abbiamo iniziato a pensare ad un progetto che raccontasse, una volta superata la fase più difficile, la ripartenza del nostro amato paese».

È nato così “Restartown, tra rinascita e speranza”, con un palinsesto ricco di quotidiane novità. «Abbiamo voluto inserire nel claim – spiega Emilio Guadagno, fra i fondatori di Gandino Webtv – due parole importanti che ben descrivono questa fase dell’emergenza. Rinascita, più che un’azione, un sentimento che ci accomuna tutti accompagnato dalla speranza di un vicino raggiungimento della cosiddetta immunità di gregge. Gandino WebTv riparte valorizzando ancora di più il territorio. Lo farà con una nuova programmazione di video e servizi dedicati a Gandino».

«Restartown – prosegue Emilio Guadagno – prevede, ogni giorno della settimana, la realizzazione e la pubblicazione sui social di un contenuto multimediale per ogni aspetto colpito dal Covid-19, dallo sport alla cultura, dagli eventi allo shopping. Accanto alla nuova programmazione ci saranno un serie di iniziative tra cui lo sviluppo di nuovi programmi di intrattenimento, le “Giovani storie” (produzione di cortometraggi con al centro i giovani), la progettazione di una nuova edizione del concorso artistico “Instartown”. I contenuti saranno pubblicati sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Youtube. Obbiettivo del progetto è anche l’inaugurazione di un nuovo sito web».

Dal 2018 Gandino Webtv ha la sua sede negli spazi comunali dell’antico Palazzo Giovanelli. Lo staff comprende Emilio Guadagno e Davide Livio (progettazione e comunicazione), Matteo Castelli (programmi culturali e sportivi), Mattia Servalli (eventi), Simone Rottigni (montaggio e grafica), Giorgia Reggiani (iniziative), Andrea Picinali, Daniele Sangalli, Andrea Motta e Fabio Zilioli (tecnici).

Gandino Webtv da sei anni è segue puntualmente gli eventi del paese (incontri culturali, partite di calcio dell’Asd Gandinese 2015, manifestazioni all’aperto come la Corsa delle Uova o il Galà dello Spinato, concerti e attività ricreative). Inoltre, produce in proprio documentari e servizi dedicati, per esempio, al Museo della Basilica e alle tradizioni locali, con la collaborazione di esperti del territorio.

«Restartown – spiegano i giovani –  sarà un “contenitore digitale” da custodire e magari tramandare alle prossime generazioni. Lo realizzeremo con l’entusiasmo e un po’ di leggerezza che abbiamo sempre messo in ogni nostro lavoro. È l’occasione giusta per riscoprire il senso di comunità e far risplendere una nuova luce per Gandino nella vetrina mondiale del web».