Home Notizie La Fiera dei Territori dedicata alla montagna fa il pieno di presenze

La Fiera dei Territori dedicata alla montagna fa il pieno di presenze

Ottima risposta di pubblico per la settima edizione di Agritravel & Slow Travel Expo – Fiera dei Territori, che in un crescendo di accessi dal 17 al 19 settembre ha accolto nei locali della Fiera di Bergamo oltre 20 mila visitatori, un numero superiore all’ultima edizione – quella del 2019 – che aveva registrato 18 mila presenze.

Circa 200 gli appuntamenti organizzati con un’alta partecipazione di pubblico: 70 presentazioni di libri e destinazioni, 50 eventi di intrattenimento alla scoperta del folklore ma anche delle piccole località del territorio grazie alla Federazioni Italia Tradizioni Popolare e delle Pro Loco dell’Unione Nazionale Pro Loco d’Italia, tra cui le tante bergamasche impegnate in un progetto di valorizzazione dei piccoli paesi coordinato dalla Provincia di Bergamo. Grande spazio dedicato all’enogastronomia e ai prodotti tipici, con 30 show-cooking e 40 degustazioni per promuovere le eccellenze del territorio e dei suoi produttori organizzate all’interno dell’area “Bergamo, Città dei…Mille Sapori” promossa dalla Camera di Commercio di Bergamo, negli spazi di Coldiretti e dei Gruppi di Azione Locale.

Molto apprezzate le proposte della ‘Casa dei Distretti’ promossa da Confcommercio Bergamo, dove oltre ad assaggi e proposte per promuovere le eccellenze del territorio, sono stati organizzati laboratori per bambini con l’obiettivo di valorizzare il ruolo dei negozi di vicinato: quadri artistici ispirati alle attività delle botteghe hanno raffigurato le diverse professioni e attività che si trovano nei nostri paesi. L’area ‘Destinazione Bergamo Slow’ ha visto la partecipazione di numerosi attori impegnati nella promozione del territorio bergamasco, tra cui Visit Bergamo, PromoSerio, Visit Brembo, PromoIsola, Pianura da Scoprire, Infopoint Valle Imagna.

Dopo il ritorno all’attività fieristica un’altra scommessa vinta per la Fiera di Bergamo: «È stata una bella edizione – commenta Fabio Sannino, presidente di Ente Fiera Promoberg -, per tre giorni abbiamo visto tante persone tra gli stand, numerosi operatori e molte famiglie che hanno partecipato alle diverse attività proposte. Un risultato positivo che ci dà entusiasmo e ci fa ben sperare per i prossimi appuntamenti, primo tra tutti quello di Creattiva – Fiera Nazionale delle Arti Manuali che si terrà dal 30 settembre al 3 ottobre».

«Ciò che ci fa più piacere – prosegue Sannino – è l’aver raccolto la soddisfazione degli operatori del turismo arrivati da tutta Italia: sono stati molto soddisfatti e questo per noi è importante, cifra del successo dell’edizione 2021 di Agritravel & Slow Travel Expo – Fiera dei Territori. In particolare, l’area esperienziale dedicata alla montagna e agli sport d’alta quota è stata molto partecipata, un dato di cui terremo certamente conto per valorizzarla in futuro».

Proprio il ‘Villaggio della Montagna’, con pista da sci di fondo in materiale Neveplast, poligono di biathlon, pista da sci per bambini, circuito Pumptrack per tutti gli sport che prevedono ruote e rotelle, circuito offroad in terra battuta per Mountain Bike ed E-bike, percorso di nordic walking e roller park – gestiti in collaborazione con Scalveboarder team, Orobie Nordic Walking, Chima Games, Baz Snow, Scuola di Sci Oltre il Colle, Bergamo E-bike, Playsport Academy, Centro Sportivo Esercito – , ha attirato numerose famiglie con bambini oltre che sportivi di ogni età. Grandissimo successo per il biathlon, poligono di tiro aperto a tutti con l’assistenza degli atleti del Centro Sportivo dell’Esercito Italiano.

Nemmeno il maltempo è riuscito a fermare l’entusiasmo degli atleti presenti, che hanno sostituito le proposte dell’area esterna con una corsa di trail running negli ampi spazi interni al polo fieristico di via Lunga. Nei tre giorni di Fiera nutrita la partecipazione di sportivi delle diverse discipline proposte, dell’Esercito Italiano con il Comando Truppe Alpine e le sue eccellenze legate alle attività di montagna – i Centri Settore Meteomont (servizio per la prevenzione e previsione del pericolo valanghe) e le squadre di Soccorso Alpino militare – , oltre a quella del servizio di Assistenza sulle piste da sci e del Centro Sportivo Esercito, un’eccellenza dello sport italiano nelle discipline invernali.

Agritravel & Slow Travel Expo – Fiera dei Territori 2021 ha messo al centro dell’attenzione la valorizzazione della montagna con l’evento Vivere la Montagna – Enjoy the Mountains, un ricco programma di eventi dedicati alla montagna e al turismo in quota, protagonista della giornata di apertura della kermesse: presentazioni, dibattiti, esibizioni e workshop hanno visto coinvolti giornalisti, testimonial, atleti, esperti e operatori della montagna.

«Considerando la stagione invernale alle porte – sottolinea Stefania Pendezza, Project manager di Agri Travel & Slow Travel Expo – Fiera dei Territori –, aver focalizzato l’attenzione sulla montagna e gli sport invernali ha reso ancora più evidente quanto sia opportuno valorizzare i nostri territori che tanto possono offrire in questi ambiti oltre che in natura, cultura ed enogastronomia, senza contare le importanti ricadute in termini turistici ed economici di un evento importante come Milano-Cortina 2026 . In questi tre giorni abbiamo colto la voglia degli operatori del turismo di ripartire dopo i mesi duri del Covid-19, in sicurezza e con tante novità in serbo».

Fortunata la sinergia con lo Spirito del Pianeta – Festival Internazionale Gruppi Tribali e Indigeni del Mondo, manifestazione organizzata quasi in contemporanea alla Fiera di Bergamo (dal 10 al 19 settembre). Gli ospiti, ma anche gli operatori, hanno visitato entrambe, testimonianza di un pubblico interessato e con lo sguardo aperto alle ricchezze dei territori ovunque esse si trovino.

Dalla dimensione locale a quella internazionale, ad Agritravel & Slow Travel Expo – Fiera dei Territori 2021 sono stati più di 100 gli espositori presenti in Fiera – operatori del settore turistico, associazioni, enti di promozione del territorio provenienti anche da fuori regione (Veneto, Emilia – Romagna, Marche, Toscana, Molise, Calabria, Sicilia), oltre a rappresentanze di paesi esteri (Marocco, Giappone, Turchia, Armenia, Giordania, Islanda, Portogallo, Svizzera) – distribuiti su 6.500 mq dedicati ad enogastronomia, cicloturismo e mobilità sostenibile, cammini, vie d’acqua, folklore.

Agritravel & Slow Travel Expo – Fiera dei Territori 2021 si sposta online dal 27 al 29 settembre con una seconda tappa riservata agli operatori del settore turistico: associazioni, tour operator e tour organizer principalmente provenienti dall’Italia, ma anche da altri paesi europei ed extraeuropei. Nel primo giorno, che celebra la Giornata Mondiale del Turismo, saranno trasmessi in 4 ore di diretta 35 video per scoprire altrettante destinazioni, con gli occhi puntati sul turismo sostenibile nel mondo.