Home Notizie Gli allievi dell’alberghiera insegnano a cucinare ai ragazzi disabili

Gli allievi dell’alberghiera insegnano a cucinare ai ragazzi disabili

Foto di gruppo in cucina

Sono chef speciali quelli che ospita l’alberghiera di Clusone in questo novembre. Ragazzi con disabilità dell’Alta Val Seriana imparano i segreti della cucina guidati dagli allievi del Centro di formazione professionale. Un progetto reso possibile dalla collaborazione fra la scuola e l’associazione Idem.

Tutto è nato l’anno scorso, quando già l’alberghiera aveva accolto i ragazzi disabili del territorio. «Nel laboratorio di pasticceria avevano preparato dei biscotti che poi noi volontari abbiamo venduto ai mercatini di Natale nei paesi della zona – spiega Bono Morstabilini, presidente di Idem -. Il progetto è andato talmente bene che quest’anno ci siamo sentiti obbligati a riproporlo». Facendo però un passo in più.

Non solo i ragazzi prepareranno di nuovo i biscotti per Natale, ma inizieranno anche a destreggiarsi tra i fornelli. «Per tutto il mese di novembre seguiranno un corso di cucina insieme agli allievi della scuola, che faranno loro da tutor. Impareranno le basi della cucina: fare la pastasciutta, il risotto, la carne. Tutto questo per aiutarli ad essere più autonomi».

Alberghiera Idem Clusone

Il percorso si chiuderà con una cena all’alberghiera, il 30 novembre, dove ci saranno anche i genitori. «Abbiamo deciso di non fare più banchetti tradizionali, ma di mettere in gioco i ragazzi per preparare qualcosa dal vivo – spiega il direttore del Centro di formazione, Amos Simoncelli -. Il progetto con l’associazione Idem e la Cooperativa Sottosopra ci consentirà di sperimentare questa nuova modalità».

«Per noi è importante che i ragazzi abbiano delle opportunità. Ci scervelliamo ogni anno a cercare iniziative non ripetitive, dove i ragazzi possano mettere in gioco la loro professionalità – aggiunge Simoncelli -. Ma guardiamo anche all’aspetto umano. Non dobbiamo dimenticare che i nostri allievi sono in un periodo critico, quello dell’adolescenza. È quindi importante educarli anche alla solidarietà, all’attenzione ai più deboli. Credo che queste iniziative siano un toccasana per i ragazzi. Loro si stanno impegnando e li premieremo con un credito formativo».

Alberghiera Idem Clusone

«Siamo riusciti anche quest’anno a fare rete e per questo devo ringraziare il direttore dell’alberghiera – conclude Bono Morstabilini -. Non è semplice riuscire a coinvolgere una scuola in un progetto come il nostro. Hanno addirittura modificato l’orario delle lezioni pur di accoglierci».

Guarda il servizio di Antenna2:

LASCIA LA TUA OPINIONE

Please enter your comment!
Please enter your name here